Luciano Galeotti al sindaco di Corinaldo: “Ai nostri concittadini occorre garantire tutti i servizi sanitari”

Luciano Galeotti al sindaco di Corinaldo: “Ai nostri concittadini occorre garantire tutti i servizi sanitari”

Puntuale presa di posizione del consigliere comunale di opposizione dopo la notizia che, da lunedì, i servizi distrettuali dell’Asur verranno spostati ad Ostra Vetere

CORINALDO – “Garantire e rispettare i servizi dedicati ai nostri concittadini per quanto stabilito dalle disposizioni del testo unico e dello statuto in materia di salute pubblica”. E’ quanto chiede il capogruppo di minoranza dell’Assemblea consiliare di Corinaldo, Luciano Galeotti, in una lettera inviata oggi pomeriggio al sindaco Matteo Principi. Lettera inoltrata, per conoscenza, a tutti i consiglieri comunali.

“Caro signor Sindaco – scrive Luciano Galeotti -, ho appreso solo attraverso i giornali la deprimente notizia che da lunedì i nostri servizi Distrettuali dell’Asur verranno spostati ad Ostra Vetere. Queste notizie arrivano come dei diktat, ci vengono imposte, a prescindere e ne dobbiamo subire, volenti o nolenti le gravose conseguenze. Ed a subirle, le ricordo, sono i nostri concittadini.

“Sono notizie deprimenti – aggiunge Galeotti – poiché non trovano opposizione e dobbiamo subirle passivamente, mentre così non dovrebbe avvenire. Vorrei ricordarle che Lei è il rappresentante della comunità locale e le vengono riconosciute specifiche competenze per la salute pubblica dei cittadini residenti sul territorio di competenza e, nello specifico, in materia di emergenza sanitaria. I suoi concittadini dovrebbero apprendere da lei le iniziative che vengono prese per quanto interessa la sanità e la salute pubblica e non per via indiretta, dai giornali o dai social.

“Siamo delusi, in un comunicato proveniente dalla sede comunale leggo «L’imminente ma temporanea chiusura della Sede Distrettuale Asur di Corinaldo per garantire l’ottimizzazione e il miglioramento degli ingressi per la Rsa Covid-19 rappresenta per la comunità di Corinaldo un probabile disservizio di cui, come Amministrazione comunale, siamo assolutamente consapevoli».

“Non è concepibile identificarlo come un “probabile disservizio” – prosegue Luciano Galeotti – questo lo potrebbe dire chi non vive in questa comunità, chi non ha necessità di un servizio come questo per alcuni INDISPENSABILE o può dirlo chi non comprende le reali necessità dei suoi concittadini. Nutro inoltre dei forti dubbi anche al riguardo di quella che lei definisce una “temporanea chiusura”: giusto un mese fa l’Asur (viene sempre utilizzato questo termine generico non vi è mai un soggetto della struttura sanitaria che si assume la responsabilità della decisione) stabiliva che la Rsa di Corinaldo doveva diventare una struttura Covid anche se non aveva le dovute caratteristiche prescritte per garantire tale servizio.

“In un successivo comunicato, a seguito delle molteplici critiche e lamentele, l’Asur interveniva dichiarando “la cittadinanza potrà continuare ad usufruire dei servizi Cup, ambulatori e centro prelievi”. Oggi l’Asur (sempre questo soggetto deresponsabilizzato) stabilisce che in seguito all’apertura della Rsa Covid le attività presenti presso la sede Distrettuale di Corinaldo verranno “temporaneamente convogliate” presso la sede Distrettuale di Ostra Vetere. Come vede signor Sindaco questi signori fanno il bello ed il brutto tempo a spese dei nostri concittadini, senza prendere minimamente in considerazione i gravi disagi che tutto ciò comporta. Quanto meno in virtù delle competenze che le vengono riconosciute sia dal testo unico, sia dallo statuto comunale, avrebbe dovuto principalmente rendersi lei portavoce delle scelte in materia di salute pubblica ed in secondo luogo richiedere delle specifiche garanzie, ma non ad una entità astratta deresponsabilizzata, ma ai dirigenti che sottoscrivono con facilità ed arbitrariamente queste decisioni senza osservare i principi di tutela degli assistiti trovando la strada libera, senza nessuno che si opponga, chieda rassicurazioni o garanzie – conclude il consigliere comunale Luciano Haleotti – in difesa ed a tutela degli interessi dei propri concittadini”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: