In Consiglio comunale la mozione per sostenere la proposta di legge “Voto dove vivo”

In Consiglio comunale la mozione per sostenere la proposta di legge “Voto dove vivo”

Un’iniziativa da anni portata avanti anche dai Giovani Democratici di Senigallia

SENIGALLIA – Nel Consiglio comunale si discuterà la mozione recante “Sostegno alla proposta di legge Voto Dove Vivo”, un’iniziativa da sempre nell’agenda dei Giovani Democratici che tanto si sono spesi sul tema.

Era il 2016 quando dalle Marche, dalla provincia di Ancona, partiva una proposta che negli ultimi mesi è tornata nel dibattito politico nazionale: il voto ai fuorisede. Allora furono proprio i Giovani Democratici delle Marche a lanciare la campagna per permettere agli studenti fuorisede sul territorio italiano di esercitare il proprio diritto di voto senza dover necessariamente rientrare nei comuni di residenza.

Istanza che in poco tempo è stata supportata dai giovani di tutta Italia fino ad arrivare in Parlamento grazie al deputato Emanuele Lodolini e alla Senatrice Silvana Amati, che hanno presentato alla Camera il 28 marzo 2017 una proposta di legge delega al Governo per disciplinare il diritto di voto per gli studenti fuori sede. Le ragioni che spinsero i giovani democratici ad intraprendere questo percorso sono le stesse che ci sono oggi: ancora nel 2022 uno studente o un lavoratore che non si trova nel proprio comune di residenza in occasione delle competizioni elettorali non può prendere parte al voto. A maggior ragione, in un periodo in cui l’affluenza al voto è ai minimi storici, garantire la possibilità a tutti i cittadini di esercitare un diritto costituzionale è fondamentale.

A distanza di alcuni anni, è nato il Comitato “Voto dove Vivo” per sostenere e promuovere la proposta di legge “Voto dove vivo” depositata alla Camera dei Deputati grazie all’On. Madia e a tanti altri deputati. Come nel 2016 la proposta ha bisogno di una forte spinta dal basso, dai cittadini, dalle associazioni e dalle Istituzioni. Per questo motivo ringraziamo la consigliera Chantal Bomprezzi, che per prima si è interessata al tema, e i Gruppi Consiliari PD, Vivi Senigallia, Amo Senigallia, Vola Senigallia e Diritti al Futuro per sostenere questa proposta in Consiglio Comunale.

Molti giovani della nostra città studiano o lavorano in una regione diversa e per questo motivo, spesso, non possono esercitare il proprio diritto di voto. Auspichiamo quindi che il Consiglio comunale possa impegnare l’Amministrazione a sostenere l’approvazione della proposta di legge n.1714 del 2019 attualmente presente in Commissione Affari Costituzionali della Camera dei Deputati per modificare le procedure elettorali e consentire l’esercizio del diritto di voto ai cittadini fuorisede, dando la possibilità di scegliere se votare nel comune di domicilio o in quello di residenza.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: