Un passo avanti a Senigallia per la salute delle donne e per il riconoscimento delle malattie invisibili

Un passo avanti a Senigallia per la salute delle donne e per il riconoscimento delle malattie invisibili

Al convegno promosso dalla Commissione regionale Pari opportunità esperti, amministratori e associazioni. Approfondimenti sulle patologie femminili, diagnosi, cure, risvolti psicologici. In primo piano sclerodermia, endometriosi, vulvodinia, fibromialgia

SENIGALLIA – L’endometriosi è una patologia infiammatoria cronica e progressiva che colpisce il 10-15% della popolazione femminile e può essere fortemente invalidante. La fibromialgia provoca dolori diffusi muscolo-scheletrici e colpisce circa 1,5 milioni di persone, con un rapporto donne-uomini di 3 a 1.

Sono due delle cosiddette “malattie invisibili”, patologie prevalentemente femminili, sulle quali si sono confrontati esperti, amministratori e associazioni, nel corso del convegno che si è svolto a Senigallia, alla Rotonda a Mare, promosso dalla Commissione regionale per le pari opportunità.

“E’ il secondo appuntamento organizzato dalla Commissione su questi temi e anche questa volta c’è stata una grande partecipazione – commenta la presidente della Cpo, Maria Lina Vitturini – L’evento di oggi è un ulteriore passo avanti per far conoscere la medicina di genere e per il riconoscimento delle malattie femminili, con l’obiettivo di informare i cittadini sugli strumenti per riconoscerle e sulle cure più indicate, coinvolgendo medici, specialisti e psicologi”.

Nel corso dell’incontro, “La salute della donna. Le malattie invisibili”, aperto dai saluti del sindaco Olivetti e moderato dalla vicepresidente della Cpo, Maria Antonietta Lupi, è intervenuta anche la presidente della Commissione Sanità, Elena Leonardi, presenti i consiglieri regionali Carlo Ciccioli, Maurizio Mangialardi e diversi amministratori locali.

Le relazioni scientifiche e le testimonianze delle rappresentanti delle associazioni hanno proposto approfondimenti su sclerodermia, endometriosi, vulvodinia, fibromialgia, con focus su diagnosi, cure e risvolti psicologici. Tra i presenti anche Gianna Prapotnich per l’Ufficio scolastico regionale, l’assessore comunale Cinzia Petetta e la consigliera di Parità Milvia Mariani. (L.V.)

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: