Gennaro Campanile: “Degrado a cielo aperto in Piazzale della Libertà e Corso 2 Giugno”

Gennaro Campanile: “Degrado a cielo aperto in Piazzale della Libertà e Corso 2 Giugno”

di GENNARO CAMPANILE*

SENIGALLIA – Per le feste pasquali sono venute nella nostra città migliaia di persone per godersi il lungomare, il centro storico, l’ottimo cibo ed i tanti locali aperti. La Rotonda è stata uno dei punti di riferimento, peccato che l’Amministrazione di destra Olivetti-Campagnolo-Liverani abbia lasciato che il degrado più assoluto fosse la cifra delle aiuole difronte, come testimonia la foto. Uno scempio visivo, ingiustificato ed ingiustificabile, sul luogo simbolo del lungomare denota quanta sensibilità ci sia nella gestione della città turistica ed in quello che vuol dire. Chissà che scuse verranno dichiarate questa volta a difesa dell’assessore Campagnolo che, tra l’altro, è destinataria delle tante segnalazioni sull’incuria del verde pubblico.

Corso 2 Giugno, epicentro dello struscio cittadino. Qui la situazione è diversa; è stato fatto un lavoro di manutenzione straordinaria per livellare la pavimentazione con malta cementizia. Ottima iniziativa se il materiale usato non fosse tale da generare l’idea che i lavori siano terminati solo da qualche ora lasciando la polvere caratteristica dei lavori stradali. Invece no, rimarrà proprio così! Le numerose giornate di pioggia che si sono susseguite da quando i lavori sono terminati non hanno inciso nulla sotto il profilo cromatico ed il Corso più le traverse che hanno avuto lo stesso trattamento hanno l’aspetto dei cantieri aperti.

Mentre questa è la realtà che tutti hanno sotto gli occhi, i partiti della Maggioranza hanno pubblicato un comunicato per l’approvazione di otto interventi di “rigenerazione urbana” legati ai fondi europei PNRR.

Incrociamo le dita per come e dove verranno spesi i soldi data l’imperizia manifestata nel centro storico. Quali sono gli otto interventi finanziati per 17.520 mq di superficie?

Segreto.

Non si sa o, meglio, come sempre il segreto avvolge tutto. Il copione è quello consueto. E’ meglio non informare di quello che si vorrebbe fare: se va male nessuno lo sa e si evita di dare giustificazioni per l’insuccesso, se va bene c’è spazio per comunicati grondanti di autocelebrazione. Insomma, c’è spazio solo per le lodi.

*Consigliere comunale AmoSenigallia

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: