Margherita Angeletti: “Al Pronto soccorso situazione incresciosa e pericolosa per la salute”

Margherita Angeletti: “Al Pronto soccorso situazione incresciosa e pericolosa per la salute”

di MARGHERITA ANGELETTI*

SENIGALLIA – Nell’ospedale di Senigallia si sta verificando una situazione incresciosa e pericolosa per la salute dei cittadini.

Sono ormai note le vicissitudini dei reparti ospedalieri e soprattutto del Pronto Soccorso, il lavoro del personale sanitario al di sopra delle proprie forze e l’esiguo numero di medici che deve far fronte a richieste sempre più numerose.

Sui social e sui giornali locali sempre più frequenti sono le segnalazioni di disagio di cittadini che sono dovuti accedere al Pronto Soccorso, sottoposti a lunghe ed estenuanti attese.

Ci stiamo ormai avvicinando alla stagione estiva che vedrà un aumento della popolazione e conseguentemente un aumento degli accessi alle prestazioni sanitarie e per ovviare a ciò l’amministrazione comunale, nei quattro mesi estivi, affiderà l’assistenza medica del Pronto Soccorso ad una cooperativa, al costo di 633.600 euro.

Il Pronto Soccorso, dovrebbe essere il biglietto da visita  di un Ospedale; infatti nel Pronto Soccorso dovrebbero essere svolte un insieme di attività complesse che hanno come obiettivo e diagnosi  le terapie immediate e spesso complesse.

Il medico del Pronto Soccorso svolge un’attività che non è per tutti: si occupa di trattare problematiche di salute urgenti e deve essere in grado di fornire in breve tempo un’assistenza di elevata qualità ai pazienti, è prerogativa del medico di pronto soccorso stabilire se il paziente abbia le caratteristiche idonee per essere dimesso o se al contrario necessita di ulteriori trattamenti e di ricovero.

Sarebbe interessante verificare le specializzazioni dei medici di questa cooperativa in quanto il ruolo del medico del Pronto soccorso è molto impegnativo e richiede una formazione specifica. Quei 633.600 euro sarebbero potuti essere spesi in assunzioni a tempo indeterminato di medici con specializzazioni adeguate al delicato ruolo di medico di pronto soccorso

Sembrava che con l’amministrazione precedente, a detta della precedente opposizione, si stesse toccando il fondo nell’ambito della sanità locale, probabilmente il fondo si sta toccando proprio ora, con le scelte  dell’attuale amministrazione che portano ad un inevitabile declassamento del nostro nosocomio ed a inevitabili preoccupazioni dei cittadini per la loro salute”.

*Consigliera comunale Partito democratico – Senigalia

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: