Fabrizio Volpini sulla riforma del sistema sanitario: “Spero che non comprometta i servizi erogati ai cittadini” / Video

Fabrizio Volpini sulla riforma del sistema sanitario: “Spero che non comprometta i servizi erogati ai cittadini” / Video

di ELPIDIO STORTINI

SENIGALLIA – Quale futuro per la sanità marchigiana? Una domanda d’obbligo, anche in considerazione delle complesse situazioni che, ogni giorno, si vivono negli ospedali della regione, soprattutto nei Pronto soccorso.

La settimana scorsa è stata approvata, in Regione, dalla Commissione Sanità, la proposta di legge 128 che riguarda appunto il riordino del sistema sanitario marchigiano.

Di questo abbiamo parlato con il dottor Fabrizio Volpini, senigalliese, già consigliere regionale ed ex presidente della Commissione Sanità.

“Le modifiche che vengono introdotte – ci ha detto Volpini – sono abbastanza importanti e non superficiali. E quelle più salienti sono rappresentate dal superamento dell’azienda unica regionale”.

“La proposta che la Giunta regionale ha fatto – ha aggiunto il dottor Fabrizio Volpini, profondo conoscitore, in quanto medico, oltre che apprezzato politico, del sistema sanitario – è quella di creare cinque aziende provinciali con personalità giuridica.

“Ed accanto alle cinque aziende provinciali ci saranno l’Azienda ospedaliera di Torrette e l’Inrca che ha una sua fisionomia particolare. Viene invece soppressa l’Azienda ospedaliera Marche Nord”.

“Ideologicamente – ci ha sempre detto Fabrizio Volpini – non sono contrario alle cinque aziende provinciali. Ma, per quanto riguarda Marche Nord, la tempistica per la soppressione non mi sembra la più giusta. Ci troviamo nel bel mezzo di una crisi pandemica e da tutte le parti si rileva una situazione di carenza di personale non più sopportabile.

“C’è quindi, nelle Marche, un sistema stressato che non ha bisogno di ulteriori problemi, legati ad un cambio organizzativo. Ma è pur vero che l’attuale maggioranza che governa la regione queste trasformazioni le aveva inserite nel suo programma ed ha quindi dato seguito a quanto promesso ai cittadini.

“Spero che le prossime decisioni, i cambi di procedure, le modifiche degli atti amministrativi, le nomine dei cinque direttori – ha quindi aggiunto Fabrizio Volpini – non portino a delle fibrillazioni forti che compromettano i servizi erogati ai cittadini”.

QUI SOTTO L’INTERVISTA:

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: