Sommozzatori e droni stanno ancora cercando Mattia e Brunella / Video

Sommozzatori e droni stanno ancora cercando Mattia e Brunella / Video

SENIGALIA – Proseguono, da parte dei Vigili del fuoco, le operazioni di soccorso per il maltempo che, dalla serata del 15 settembre, ha interessato gran parte del territorio regionale, in particolare le province di Ancona, Pesaro-Urbino e Fermo.

Questa mattina c’è stato anche il sopralluogo, nei luoghi colpiti dall’alluvione nella zona di Barbara, Pianello di Ostra e Senigallia, del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, del capo Dipartimento Laura Lega, del capo del Corpo Guido Parisi e del Direttore dell’Emergenza Marco Ghimenti.
Al momento sono 470 i vigili del fuoco in campo per prestare assistenza alla popolazione, per rimuovere il fango dalle strade, per rimuovere gli alberi abbattuti e per effettuare verifiche di stabilità sulle strutture private. Fino ad oggi i vigili del fuoco hanno effettuato 3.188 interventi.

Proseguono frattanto le ricerche del piccolo Mattia Luconi e della cinquantaseienne Brunella Chiù, dispersi da una settimana. Ricerche che oggi sono andate avanti fino a Bettolelle, la frazione più a Ovest di Senigallia. I sommozzatori di Carabinieri, Guardia di Finanza e Vigili del fuoco hanno “setacciato”, sia tutto il torrente Nevola, sia l’innesto nel fiume Misa. Nelle ricerche sono stati anche utilizzati i droni.

Le ricerche, per ora, non hanno dato esito positivo e proseguono sia tra l’acqua ed il fango del torrente Nevola e del fiume Misa, sia lungo il greto e gli argini. Queste ultime si concentrano in particolare nella zona del Ponte Burello, a Corinaldo, e a Trecastelli. Oggi non hanno preso parte alle ricerche i cani molecolari, svizzeri e di San Marino, per la necessità di alternare ore di ricerca ad altrettante di riposo, per questi animali appositamente addestrati.

Oggi 15 sub (dei Vigili del fuoco, giunti da Firenze e Livorno, e dei carabinieri di Pescara) hanno controllato un tratto di Nevola lungo circa 7 chilometri, tra il ponte di Passo Ripe ed il ponte di Bettolelle, dove l’acqua del torrente confluisce nel Misa.

In alcuni punti l’acqua si è abbassata parecchio ed il fiume si è trasformato in un rigagnolo, in altre parti il letto, invece, è quasi completamente invaso da canneti, con cumuli di legname e vegetazione depositata. Anche qui i sommozzatori hanno cercato, purtroppo inutilmente, i corpi di Mattia e Brunella, i due dispersi. Le ricerche proseguiranno anche domani.

Ed oggi Silvia Mereu, la farmacista di Barbara, mamma di Mattia Luconi, è stata dimessa dall’Ospedale di Senigallia, dove si trovava ricoverata da giovedì. La donna, nel pomeriggio, insieme ai familiari ed al personale della Protezione civile, è tornata nell’area in cui è stata salvata.

QUI SOTTO un video:

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: