CENTROCRONACAIN PRIMO PIANO

Gli agenti del Commissariato di Senigallia hanno arrestato altre due persone

Gli agenti del Commissariato di Senigallia hanno arrestato altre due persone

SENIGALLIA – Nell’ambito dei servizi disposti dal Questore di Ancona volti a contrastare la criminalità diffusa, personale del Commissariato di P.S., ha proceduto a dare esecuzione a due provvedimenti giudiziari di esecuzione in forma detentiva a carico di due persone già tratte in arresto dagli agenti.

In particolare, il primo provvedimento è stato eseguito nei confronti di un senigalliese di 50 anni che, lo scorso anno, nel corso di un’operazione, era stato tratto in arresto poiché trovato in possesso di un’importante quantità di hashish e denaro ritenuto provento della fiorente attività. Attività di spaccio che, dalle indagini effettuate, risultava essere stata avviata da tempo e che aveva consentito agli investigatori di ricostruire la cerchia degli acquirenti, per lo più giovani, della zona di Senigallia.

Dopo quella operazione l’uomo veniva poi condannato alla pena detentiva di anni 2, in relazione alla quale gli agenti hanno dato esecuzione al provvedimento giudiziario detentivo.

Inoltre gli agenti del Commissariato di P.S. hanno dato esecuzione al provvedimento giudiziario nei confronti di un ventiduenne, straniero, colpito da ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Ancona, il quale era stato già tratto in arresto nel 2019, per fatti di violenza, e successivamente era stato condannato con sentenza definitiva. Dovendo espiare ancora circa un anno di reclusione, gli agenti procedevano a dare esecuzione presso il carcere ove l’uomo, da qualche giorno, si trova ristretto in quanto raggiunto da un altro provvedimento di arresto nell’ambito della più ampia indagine condotta da un altro ufficio investigativo della Polizia di Stato nei confronti di un gruppo di stranieri dediti ad attività di spaccio nei parchi pubblici di Pesaro.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d