Cinzia Petetta: “Il nostro compito è combattere il fenomeno della violenza sulle donne”

Cinzia Petetta: “Il nostro compito è combattere il fenomeno della violenza sulle donne”

SENIGALLIA – Lo Sportello Donna del Comune di Senigallia – Pari opportunità in occasione del prossimo 25 novembre, Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, propone un ciclo di appuntamenti dedicati, iniziati venerdì con lo spettacolo teatrale Tutto quello che volevo – Storia di una sentenza di e con Cinzia Spanò, dedicato alla coraggiosa sentenza della giudice Paola Di Nicola in merito al caso delle ragazzine sfruttate per prostituzione ai Parioli di Roma, che impose al cliente un risarcimento in cultura e dignità.

Un testo di grande potenza che ha commosso la platea dell’Auditorium Sam Rocco, andata esaurita per l’occasione.

Al termine dello spettacolo si è tenuto un incontro sulle conseguenze psicologiche della violenza e il ruolo della donna nel mondo delle professioni. Sul palco la magistrata e Commissaria della Commissione Pari Opportunità della Regione Marche Alessandra Alessandroni, la Vicepresidente dell’Ordine delle Psicologhe e degli Psicologi delle Marche Dott.ssa Silvia Di Giuseppe, l’autrice e attrice del testo Cinzia Spanò e l’assessore alle Pari Opportunità del Comune di Senigallia Cinzia Petetta che, visibilmente commossa per lo spettacolo, ha ricordato gli ultimi fatti di cronaca che hanno colpito il nostro territorio, come i femminicidi di Osimo e Fano, e quindi l’importanza di continuare a creare un dialogo aperto, specie con e per le nuove generazione, al fine di coltivare comportamenti e mentalità incapaci di normalizzare la violenza e la sopraffazione di genere.

Gli eventi organizzati dallo Sportello Donna del Comune di Senigallia – Pari opportunità continueranno fino a sabato 26 novembre con spettacoli teatrali, incontri, dibattiti, proiezioni e approfondimenti in collaborazione con numerose realtà del territorio, con tanto di Flash Mob lungo Corso II Giugno in data venerdì 25 novembre alle ore 18.00, e la premiazione e inaugurazione esposizione della 2° edizione del concorso fotografico nazionale Uno “scatto” contro la violenza sulle donne alle ore 18.00 di sabato 26 novembre al Teatro La Fenice.

L’anno scorso per il 25 novembre, Corso II Giugno era stato addobbato con gli ombrelli, simbolo mondiale della “protezione collettiva” per prevenire ed eliminare tutte le forme di discriminazione nei confronti delle donne e delle categorie più vulnerabili come minori, indigenti, disabili. Quest’anno, a seguito dell’emergenza alluvione, si è deciso di abbandonare l’ombrello e adottare la scarpetta rossa, altro simbolo internazionale della lotta conto laviolenza sulle donne, con l’esposizione della scarpa realizzata dai maestri carristi dell’associazione Carnival Factory del Carnevale di Fano, esposta nel foyer del Teatro La Fenice, in collaborazione con l’Associazione Vittime Riunite d’Italia.

La violenza contro le donne è un fenomeno culturale – dice l’assessore alla Pari Opportunità Cinzia Petetta – che spesso si manifesta nel nostro modo di parlare e di agire, normalizzando comportamenti che non dovrebbero essere tollerati. Il nostro compito è combattere questo fenomeno e creare le condizioni per superarlo e contiamo, con questi appuntamenti, di fare la nostra parte per sollecitare scambi di idee e riflessioni”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: