Massimo Bello: “Ecco cosa ha fatto in un anno il Consiglio comunale di Senigallia”

Massimo Bello: “Ecco cosa ha fatto in un anno il Consiglio comunale di Senigallia”

SENIGALLIA – Il presidente Massimo Bello traccia il resoconto dell’attività svolta dal Consiglio comunale di Senigallia nel corso del 2022. Un riepilogo anche statistico, che racchiude, in cifre, il lavoro istituzionale degli eletti.

Con una nota alla stampa, il presidente Bello ha informato che l’organo di governo Consiglio ha tenuto 12 sedute di Aula, approvando complessivamente 113 provvedimenti; la Conferenza dei Capigruppo si è riunita, invece, 15 volte e le Commissioni permanenti, che con il nuovo Regolamento da sette sono diventate quattro, hanno tenuto complessivamente 24 sedute.

Sono state 7 le sedute della 1^ Commissione permanente (Affari istituzionali e generali, Sviluppo economico, Innovazione, Politiche UE) e 3 quelle della 2^ Commissione permanente (Ambiente, Territorio e Infrastrutture, Lavori pubblici e Urbanistica), mentre le sedute della 3^ Commissione permanente (Bilancio, Finanze e Programmazione economica, Patrimonio) sono state 12 e quelle della 4^ Commissione permanente (Affari sociali, culturali e formativi, turistici, sportivi e Diritti) sono state 2.

La nota della Presidenza fa sapere, poi, che i Consiglieri hanno avuto l’opportunità di presentare e di discutere 42 interrogazioni a risposta orale, 3 ordini del giorno, 5 risoluzioni e 26 mozioni, senza considerare le 36 interrogazioni a risposta scritta e le 3 interpellanze a risposta scritta presentate a Sindaco e Assessori.

Nei dodici mesi di attività istituzionale, il Consiglio ha affrontato, tra gli altri provvedimenti, l’esame e la votazione anche del nuovo Regolamento di Polizia urbana e rurale; del nuovo Regolamento per la disciplina della videosorveglianza nel territorio del Comune di Senigallia; del Rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2021; delle modifiche al Regolamento comunale per la disciplina della tassa sui rifiuti TARI; della riduzione TARI 2022 in favore delle utenze domestiche e non domestiche finanziate con fondi statali Covid-19 non ancora utilizzati§; delle modifiche al Regolamento per l’istituzione e la disciplina del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione ed esposizione pubblicitaria; delle modifiche al Regolamento per l’applicazione del canone di concessione per l’occupazione delle aree pubbliche destinate a mercati-mercato estivo su terreno demanio regionale (fosso Sant’Angelo località Ponterosso/Via Dalmazia); della Public-private partnership (PPP) per la progettazione definitiva ed esclusiva, la realizzazione, il finanziamento e il mantenimento in efficienza del nuovo polo scolastico Marchetti e scuola dell’infanzia Arcobaleno-Costituzione diritto di superficie finalizzato alla realizzazione del nuovo polo scolastico, del nuovo Collegio dei revisori dei conti.

A ciò si aggiungono il nuovo Regolamento per il funzionamento del Consiglio e delle Commissioni consiliari; il nuovo Regolamento per la stipula e la gestione dei patti di gemellaggio, dei patti fratellanza, dei patti di amicizia, degli scambi internazionali e nuova Consulta dei gemellaggi, della manovra finanziaria e di bilancio 2022; l’acquisizione delle azioni degli altri soci e trasformazione Gestiport in azienda speciale; la proroga della scadenza saldo TARI 2022 nei confronti delle utenze interessate dall’alluvione del 15 settembre; il documento unico di programmazione (DUP) 2023-2025; il programma triennale dei lavori pubblici 2022-2024 ed elenco annuale 2022-Variazione ed aggiornamento DUP; gli interventi di somma urgenza a seguito dell’evento alluvionale del 15 settembre 2022-riconoscimento debito fuori bilancio ai sensi dell’art. 194 del TUEL; la variazione al bilancio di previsione finanziario 2022-2024; il Bilancio consolidato 2021; le misure ed interventi circa la valorizzazione della Carta europea dell’autonomia locale-atto di indirizzo.

Tra le risoluzioni e gli ordini del giorno, il Consiglio ha approvato: “Condanna con ogni misura ed in ogni sede internazionale dell’unilaterale aggressione militare perpetrata ai danni dell’Ucraina” d’iniziativa del Gruppo FDI; “Impegno del Comune di Senigallia a intraprendere iniziative di contrasto all’invasione dell’Ucraina e di solidarietà al popolo ucraino” d’iniziativa dei Gruppi PD, Vola Senigallia, Vivi Senigallia, Amo Senigallia, Diritti al Futuro; “Contrasto all’invasione dell’Ucraina” d’iniziativa dei Gruppi Amo Senigallia, Diritti al Futuro, Fratelli d’Italia, Forza Italia, La civica, Lega, PD, Vola Senigallia, Vivi Senigallia; “Misure ed interventi a favore dei territori, delle popolazioni e del tessuto economico-produttivo colpiti dall’evento alluvionale del 15 e 16 settembre 2022” a firma dei Gruppi FDI, Lega, La civica, Forza Italia; “Solidarietà ai lavoratori e alle lavoratrici dello Stabilimento di Jesi della Caterpillar” d’iniziativa del Gruppo PD; “Concessioni demaniali” d’iniziativa del Gruppo Forza Italia; Solidarietà al Presidente del Consiglio Massimo Bello e condanna del gesto inqualificabile nei confronti della memoria condivisa sulle Foibe e sull’Esodo, nonché contro qualsiasi pratica negazionista” d’iniziativa dei Consiglieri Da Ros, Crivellini, Ansuini e Bernardini.

Tra le mozioni, il Consiglio ha approvato: “Iniziative riguardanti il disagio giovanile” d’iniziativa del Gruppo FDI; “Garantire il diritto allo sport a Senigallia” d’iniziativa dei Gruppi Vivi Senigallia, PD, Diritti al Futuro, Vola Senigallia; “Intitolazione di una strada, una piazza, un parco, un’area alle donne vittime della violenza” d’iniziativa del Gruppo FDI; “Sostegno della proposta di legge Voto Dove Vivo” d’iniziativa dei Gruppi PD, Vivi Senigallia, Amo Senigallia, Vola Senigallia, Diritti al Futuro; “Atto di indirizzo circa il processo di redazione del PEE insieme ai Comuni di Ancona, Montemarciano, Falconara marittima, Chiaravalle al fine di garantire e di permettere ai cittadini dei rispettivi Comuni di essere edotti sui rischi e dei comportamenti da adottare in caso di incidente rilevante della Raffineria API di Falconara Marittima” d’iniziativa dei Gruppi Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega, La Civica; “DGR n. 169/2022: commissariamento della Fondazione Città di Senigallia” d’iniziativa dei Gruppi PD, Diritti al Futuro, Vivi Senigallia; “DL 196 attuazione della direttiva (UE) 2019/904 del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 giugno 2019 sulla riduzione dell’incidenza di determinati prodotti di plastica sull’ambiente e sulla legge 60/2022 (legge salva mare)” d’iniziativa dei Consiglieri Malih e Romano; “Modifica art. 11 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio e delle Commissioni permanenti” d’iniziativa dei Consiglieri Bomprezzi, Beccaceci, Pagani, Pergolesi; “Richiesta di un’adeguata segnalazione delle postazioni DAE (defibrillatori semi automatici) pubbliche per informare i cittadini” d’iniziativa del Consigliere Montesi; “Riduzione delle difficoltà di accesso per i disabili alla Biblioteca comunale e ai Centri di Cultura e di aggregazione” d’iniziativa del Gruppo Lega; “Sostegno a cittadini e imprese per l’alluvione del 15-16.09.2022” d’iniziativa dei Gruppi PD, Vivi Senigallia, Vola Senigallia e Diritti al Futuro; “Installazione panchine inclusive” d’iniziativa del Gruppo FDI; Colonnine per ciclisti” d’iniziativa della Consigliera Tomassoni.

La Conferenza dei Capigruppo ha proceduto anche ad alcune Audizioni e Informative. Si è trattato delle audizioni del Presidente e CdA di ASA srl (Azienda Servizi Ambientali), Presidente e CdA della Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti, del Commissario straordinario della Fondazione Città di Senigallia, del Presidente della Gestiport SpA e dell’Informativa del Sindaco, Autorità di protezione civile, ex art. D Lgs. N. 1/2018, in ordine all’evento alluvionale del 15/16 settembre 2022.

“Nel 2022, siamo entrati – ha commentato il Presidente Bello – in una nuova fase organizzativa e gestionale della vita del Consiglio e delle Commissioni permanenti. Fase, che ha sortito almeno quattro effetti e cambiamenti innovativi. Il primo ha riguardato l’approvazione di una prima revisione del Regolamento per il funzionamento e per l’organizzazione dei lavori consiliari e delle sue articolazioni. Modifiche, che hanno, al momento, implementato le prerogative e le responsabilità istituzionali, rimodulando, ad esempio, il ruolo e le competenze delle Commissioni permanenti, oltremodo ampliando quegli strumenti di indirizzo e di controllo a disposizione di ciascun Consigliere e di ogni Gruppo. Il secondo ha interessato, invece, l’installazione in aula del nuovo sistema multimediale, con cui siamo approdati, per la prima volta, in una dimensione del tutto digitale delle attività legate all’istituzione Consiglio, che permette di vedere la seduta di aula, ad esempio, in diretta anche su Facebook.

Il terzo ha creato l’opportunità di ampliare lo spazio del sito internet del Comune dedicato al Consiglio, alle Commissioni permanenti, alla Conferenza dei Capigruppo, a ciascun Consigliere e alle attività generali dell’Assemblea. Uno spazio importante, ove si possono trovare informazioni e notizie sull’organo Consiglio, ma è altresì il luogo virtuale per conoscere più a fondo ruolo e compiti del Consiglio quale organo di governo della città. Il quarto, infine, ha interessato la nuova logistica degli uffici destinati alla Presidenza, ai Gruppi e alle varie articolazioni del Consiglio. Compito di questa Presidenza è ridare dignità e prestigio al Consiglio”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: