CENTROEVENTIIN PRIMO PIANO

A Senigallia gli studenti processano Antigone

A Senigallia gli studenti processano Antigone

Appuntamento giovedì sera al Cinema-Teatro Gabbiano con il Liceo Perticari nell’ambito di un originale progetto patrocinato dall’Ordine degli avvocati e dall’Associazione nazionale magistrati

di ELPIDIO STORTINI

SENIGALLIA – Un progetto che fa dell’originalità e della capacità di proiezione della scuola nel mondo professionale del diritto: parliamo dell’”Areopago in classe”, ideato dall’avvocato Roberto Paradisi e dalla docente di lettere classiche professoressa Silvia Rotatori e fatto proprio dal Liceo Classico Perticari di Senigallia.

Protagonisti gli studenti della quarta A, che divisi in tre gruppi (accusa, difesa e giuria), metteranno in scena giovedì 8 giugno, alle ore 21, al Cinema-Teatro Gabbiano il processo contro Antigone.

Al progetto, patrocinato sia dall’Ordine degli avvocati di Ancona (che ha inserito l’evento teatrale nel percorso formativo forense) che dall’Associazione Nazionale Magistrati, hanno fattivamente e con entusiasmo collaborato il dottor Ruggiero Dicuonzo, sostituto procuratore della Repubblica, e il giudice dottoressa Silvia Corinaldesi (anche lei, come l’avvocato Paradisi, ex studentessa del Perticari).

Dopo la ricostruzione scenica degli eventi che portano Antigone al cospetto di Creonte per aver seppellito il fratello morto in battaglia, in violazione dell’editto del sovrano, e la formulazione del capo di imputazione per attentato contro l’ordine dello Stato, i collegi di accusa e difesa daranno vita alla requisitoria e all’arringa difensiva finale.

Gli studenti che rappresentano il collegio giudicante (appunto l’Areopago che, nella Grecia classica, corrispondeva alla nostra attuale Corte di Assise) si riuniranno in camera di consiglio e pronunceranno la sentenza. L’idea è quella di utilizzare gli strumenti moderni dei codici e l’assetto processuale del nostro ordinamento motivando però ogni passaggio argomentativo in una completa immersione nella cultura della Grecia classica.

“La magia del greco antico – è il commento dell’avvocato Paradisi, docente incaricato presso l’Università di Perugia e specializzato nel diritto naturale classico – è la sconvolgente attualità di quella cultura: il diritto ne è l’esempio più evidente. Con questo progetto gli studenti del liceo lo hanno potuto toccare con mano scoprendo che i più raffinati sistemi processualistici moderni li hanno ideati proprio i greci. Che continuano a tenere in mano le redini della nostra civiltà”.

L’ingresso al teatro Gabbiano è libero fino ad esaurimento dei posti.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d