“Marisa Cinciari Rodano, donna delle lotte e delle Istituzioni”

“Marisa Cinciari Rodano, donna delle lotte e delle Istituzioni”

Anche l’Anpi di Senigallia la festeggia alla vigilia del suo centesimo compleanno

SENIGALLIA – Anche il Consiglio direttivo dell’ANPI di Senigallia festeggia Maria Lisa (Marisa) Cinciari Rodano che domani, 21 gennaio, compie 100 anni.

“Il 21 gennaio 2021, lo stesso in cui nasce il PCI, compie 100 anni – si legge in una nota – una grande donna che ha fatto la storia dell’Italia, Marisa Cinciari Rodano, donna delle lotte e delle istituzioni che durante questa lunga e meravigliosa vita è rimasta sempre fedele ai suoi ideali.

“In questi giorni leggiamo molte interviste e Marisa Cinciari Rodano, ancora lucidissima nei ricordi, ha così motivato la sua adesione alla lotta partigiana, come una scelta giusta per la difesa delle libertà. La sua è stata una lotta non violenta nella Resistenza romana, senza prendere le armi, facendo controinformazione e propaganda contro il regime e portando aiuto alle famiglie dei partigiani perseguitati. Tutto questo le costò nel 1943, insieme al suo compagno e marito Franco Rodano, alcuni mesi di prigione alla Mantellate.

“Di provenienza cattolica, ha militato nel Movimento dei Cattolici comunisti, nel 1946 entrò nel PCI e successivamente nel Comitato Centrale fino al 1989. Gli anni del dopoguerra furono segnati dalle sue grandi battaglie per i diritti delle donne, al loro coinvolgimento nelle scelte democratiche e di sviluppo del Paese che poi confluirono con la conquista del diritto al voto per le donne. Continuerà ininterrottamente le sue battaglie per le donne: è tra le fondatrici dell’UDI e ne fu Presidente. Ha fatto parte della delegazione italiana alla conferenza mondiale della donna dell’ONU a Pechino (1995).

“Il suo percorso politico è stato lungo e intenso: Deputata della Repubblica Italiana per il PCI dal ’48 al ’68, Senatrice della Repubblica dal ’68 al ’72 e prima donna Vice Presidente della Camera dei Deputati dal “63’ al ‘68. Viene poi eletta nel Parlamento Europeo dal ’79 all’89, presidente e relatrice di varie commissioni sui diritti delle donne. Nel 2015 fu insignita dell’onorificenza di Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana. Una vita dedicata all’impegno politico e all’antifascismo, che ha saputo conciliare con quella familiare.

“ANPI Senigallia la ringrazia e la festeggia con ammirazione e affetto”.

 

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: