Anche quest’anno a Senigallia c’è una leggera flessione della popolazione scolastica

Anche quest’anno a Senigallia c’è una leggera flessione della popolazione scolastica

SENIGALLIA – Il nuovo anno scolastico inizierà il prossimo 15 settembre e terminerà il 4 giugno 2022 per le scuole primarie e secondarie di primo grado e il 30 giugno per le scuole dell’infanzia.

A Senigallia si conferma la leggera flessione della popolazione scolastica, già registrata negli scorsi anni, che si attesta per l’inizio del nuovo anno in poco meno di 4.000 studenti, 3937 a fronte dei 4016 dell’anno scolastico 2020/21, in entrambi i casi comprendendo l’offerta della scuola paritaria San Vincenzo.

Facendo un raffronto con i numeri del precedente anno scolastico, la diminuzione di studenti nella scuola pubblica si riscontra, seppur con pesi minori, in tutti e tre i segmenti del primo ciclo di istruzione: nella scuola dell’infanzia statale si passa da 824 a 812 iscritti, con un saldo negativo di 12 alunni; nella scuola primaria gli studenti iscritti per il prossimo anno scolastico saranno 1852 a fronte dei 1869 del precedente anno scolastico, con un saldo negativo di 17 alunni; nella scuola secondaria di 1° grado si passa infine dai 1248 iscritti del 2020/21 ai 1213 del nuovo anno scolastico in partenza, con un saldo negativo di 35 alunni.

Cala ancora la presenza di alunni stranieri nelle scuole, sia in termini assoluti (286 contro i 343 dell’anno scolastico 2019/2020 e i 366 dell’anno scolastico 2018/2019, mentre nel 2020/2021 il dato non era stato raccolto) sia in termini percentuali (7,38% contro l’8,46% dell’anno scolastico 2019/2020 e l’8,88% dell’anno scolastico 2018/2019, mentre anche qui nel 2020/2021 il dato non era stato raccolto). Osservando la loro distribuzione rispetto ai diversi cicli di istruzione, anche qui la diminuzione di studenti stranieri si riscontra, seppur con pesi minori, in tutti e tre i segmenti del primo ciclo di istruzione: 16 in meno nell’infanzia, 19 in meno nella primaria e 22 in meno nella secondaria di primo grado.

Si conferma una maggiore presenza degli stessi sia in termini assoluti che percentuali nei due istituti comprensivi “Senigallia Centro-Fagnani” e “Mario Giacomelli”. Le etnie maggiormente rappresentate nella popolazione studentesca del primo ciclo di istruzione provengono da Albania (55 totali per tutto il primo ciclo di istruzione), Bangladesh (37) e Pakistan (35). Per quanto riguarda la scuola dell’infanzia, la diminuzione di iscritti non incide nel numero delle sezioni attivate, il cui numero di 39 si conferma pari a quelle degli anni precedenti. Lo stesso fenomeno, nonostante il calo del numero degli studenti, si riscontra anche nel numero di 56 classi della scuola secondaria di primo grado, che conferma quello degli anni precedenti.

Diminuisce invece il numero totale di classi della scuola primaria, che passa da 104 a 102. La collaborazione tra Istituzioni scolastiche e Comune e la concertazione con le famiglie interessate hanno permesso di garantire anche per il 2021/2022 una buona organizzazione scolastica complessiva che potenzia la già qualificata offerta formativa cittadina.

Più precisamente: Ø il tempo pieno è confermato in tutti i quattro istituti comprensivi; Ø viene allargata l’esperienza del tempo prolungato, fortemente richiesta da molte famiglie del territorio e attivata in diversi istituti della città con orari che hanno l’obiettivo di incrociare le esigenze delle scuole e delle famiglie degli iscritti. In questi casi l’importante sostegno del Comune si concretizza nell’erogazione del servizio di refezione scolastica, dovuto di norma solo alle classi a tempo pieno formalmente riconosciute.

Rimane comunque il fondamentale lavoro della Conferenza Ente Locale scuola per perseguire per il futuro l’obiettivo di un’offerta formativa stabile e ufficialmente riconosciuta per garantire continuità educativa e certezza agli alunni e alle loro famiglie; Ø nasce una offerta formativa Montessoriana anche presso la scuola infanzia “Pascoli”, attivata parallelamente a quella tradizionale, mentre il plesso di Scapezzano si caratterizza per essere sede esclusivamente dell’offerta formativa specializzata del metodo Montessori; Ø non vi sono situazioni di sovraffollamento nelle classi che risultano prevalentemente composte, anche nel segmento critico della scuola secondaria di 1° grado, da un numero adeguato di alunni, nell’ovvio rispetto delle normative di sicurezza e di prevenzione sanitaria.

Per completare il quadro sulla scuola di base del Comune di Senigallia illustriamo sinteticamente conferme e novità dell’anno scolastico 2021/2022. Servizi scolastici Trasporto Il servizio di trasporto scolastico è, come ogni anno, capillare nella raccolta degli alunni delle frazioni; vengono inoltre intensificate le corse delle linee urbane in coincidenza degli orari di ingresso e di uscita dagli istituti. Corse e orari vengono verificati ed eventualmente adattati alle esigenze scolastiche. I prezzi degli abbonamenti per il servizio di trasporto scolastico rimangono sostanzialmente immutati rispetto allo scorso anno.

REFEZIONE

Confermata l’organizzazione del servizio di refezione nel nuovo anno scolastico: i pasti per le scuole dell’infanzia e primarie saranno prodotti dai cuochi comunali in 2 centri cottura, tutti a norma e dotati delle migliori attrezzature, e verranno trasportati dai 2 centri cottura a tutti i refettori scolastici. Per il rispetto delle norme in materia di distanziamento, è stato necessario introdurre in alcuni refettori, al pari dello scorso anno, il doppio turno di servizio, con una organizzazione che ha visto comunque confermata la qualità del servizio e dei pasti serviti.

I pasti per le scuole medie continueranno a essere prodotti dall’impresa CIMAS s.r.l. nello stesso centro cottura di Borgo Catena. Indipendentemente da eventuali sostegni finanziari regionali (come ad esempio il progetto Pappafish degli anni scorsi) l’Amministrazione Comunale, visto il gradimento riscontrato da parte di alunni e famiglie, ha confermato la scelta di incrementare la qualità del prodotto ittico fornito a mensa introducendo stabilmente il pesce fresco dell’Adriatico nei menù scolastici con 10 somministrazioni all’anno.

I dietetici sono studiati sulla base delle indicazioni ricevute dal servizio di Igiene degli alimenti e nutrizione dell’Asur – Area Vasta 2, che ha validato tutti i menù serviti nelle mense scolastiche del Comune di Senigallia. Anche quest’anno il menù è stato poi rivisto e adeguato sulla base delle segnalazioni ricevute dalla Commissione Mense, il cui gruppo di monitoraggio, dopo la pausa dello scorso anno dovuta alle normative in materia di prevenzione sanitaria, nell’a.s. 2021/2022 tornerà ad effettuare durante l’anno, con modalità concordate con i Dirigenti degli Istituti Comprensivi, sopralluoghi nei refettori per verificare il gradimento del pasto da parte degli alunni.

Non sono previsti incrementi tariffari a carico delle famiglie e sono confermati la riduzione del 50% del prezzo del buono pasto per il secondo figlio e l’esonero per il terzo, oltre alle riduzioni previste in base all’ISEE. Si conferma la praticità nell’utilizzo del sistema informatico per il servizio di refezione scolastica che consente la prenotazione on line dei pasti da parte del personale scolastico, con la completa eliminazione dei vecchi buoni pasto cartacei. Le famiglie provvedono al pagamento con modalità telematiche attraverso il sistema di pagamento PagoPA, introdotto in questo nuovo anno scolastico nel rispetto delle scadenze previste dalla normativa vigente. I genitori possono verificare in tempo reale la propria posizione attraverso il profilo personale all’interno della piattaforma telematica o attraverso l’app dedicata: pasti consumati, versamenti effettuati, credito residuo.

Il nuovo sistema informatico è molto apprezzato dalle famiglie e dalle scuole che hanno gradito la consistente semplificazione delle procedure per usufruire del servizio mensa e per gestire le prenotazioni dei pasti. Integrazione scolastica degli alunni disabili e extracomunitari Il servizio di assistenza educativa scolastica in favore degli alunni disabili, volto a favorire l’autonomia dello studente e l’integrazione nel gruppo classe, nonché a raggiungere gli obiettivi fissati nel Piano Educativo Individualizzato (PEI), rappresenta sempre un elemento fondante dell’attività dell’Amministrazione Comunale.

INSEGNANTI DI SOSTEGNO

Per quanto riguarda gli insegnanti di sostegno assegnati dall’Ufficio Scolastico Regionale, va evidenziato che le diverse assegnazioni dipendono dal tipo e dalla gravità dell’handicap e non sempre coprono l’intero orario, che viene modulato in base alle esigenze.

INTEGRAZIONE

Relativamente all’integrazione degli alunni extracomunitari il Servizio Sociale Professionale valuta i singoli casi in maniera coordinata con le scuole al fine di attivare interventi e/o progettualità mirate, in particolar modo nell’attivazione di servizi di sostegno linguistico.

PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA TERRITORIALE

L’elaborazione e la realizzazione del Piano dell’Offerta Formativa Territoriale (POFT) è il frutto di un lungo percorso di collaborazione e progettazione comune tra scuole ed ente locale per migliorare l’offerta formativa nell’intera città rapportandosi alle esigenze e alle risorse del territorio. Il POFT si articola in una serie di progetti e interventi educativi di rete che coinvolgono tutte le scuole di Senigallia.

Da quest’anno scolastico 2021/2022 i progetti da attivare vengono scelti attraverso un bando pubblico su settori di intervento condivisi in sede di Conferenza Ente Locale – Scuola tra Dirigenti Scolastici e Amministrazione Comunale, che saranno anche parte della commissione giudicatrice dei progetti pervenuti. Interventi sul Diritto allo Studio Fornitura gratuita di libri di testo per Scuola Primaria Si tratta della fornitura gratuita a carico dell’Amministrazione comunale in base al D. Lgs. 297 del 16/04/94, Art. 156. Il prezzo di copertina dei libri di testo viene stabilito dal Ministero dell’Istruzione. I beneficiari della fornitura sono tutti gli alunni della scuola primaria residenti nel Comune di Senigallia.

L’Ufficio comunale ha avviato per questo anno scolastico la completa informatizzazione delle cedole librarie, semplificando notevolmente il lavoro amministrativo delle scuole e rendendo molto più semplice la procedura anche per le famiglie. Per ritirare i libri di testo le famiglie possono rivolgersi a qualsiasi libreria presentando la cedola compilata. Nello scorso anno scolastico per questo intervento il Comune ha sostenuto una spesa complessiva di circa € 63.172 Fornitura gratuita o semigratuita di libri di testo agli studenti della scuola dell’obbligo e della scuola secondaria superiore. Legge 23/12/1998 n. 448. Fondi regionali vengono stanziati e trasferiti ai Comuni per sostenere la spesa delle famiglie nell’acquisto dei libri di testo della scuola secondaria di 1° e 2° ciclo d’istruzione. Sono ammesse al beneficio le famiglie il cui indicatore economico equivalente (ISEE) non sia superiore al parametro stabilito dalla Regione Marche.

Per la certificazione ISEE , le famiglie si rivolgono ai CAF che forniscono la certificazione gratuita agli utenti. Per l’a.s. 2020 – 2021 i beneficiari sono stati n. 233 per una spesa complessiva di € 35.236,49. Non ci sono ancora comunicazioni da parte della Regione per l’avvio della raccolta delle domande per l’anno scolastico 2021-2022.

TRASPORTO SCOLASTICO

Il trasportatore Petrone Pasquale svolge il servizio per la scuola dell’infanzia e primaria di Scapezzano servendo le zone di Scapezzano e Roncitelli, per la scuola dell’infanzia di Roncitelli servendo la zona di Roncitelli, per le scuole dell’infanzia S. Gaudenzio e Vallone, servendo le zone: Borgo Bicchia, Borgo Passera, Vallone, Bettolelle.

Il trasportatore Tombesi Massimo serve la zona di Marzocca, Montignano e San Silvestro per le scuole dell’infanzia di Marzocca e Montignano e per la scuola primaria di Montignano.

Il trasportatore Filipponi Federico serve le zone di Filetto, Ferriero e Cavallo, San Silvestro e Sant’Angelo, la strada della Passera per la primaria Rodari e la zona di Sant’Angelo e Cavallo Montirone per la primaria Leopardi in seguito alla mancata costituzione delle classi alla scuola di Sant’Angelo.

La trasportatrice Sabbatini Catia serve la zona di San Silvestro, Filetto, Ferriero e Sant’Angelo per le scuole dell’infanzia e primaria di Sant’Angelo (solo classe 5°) e la zona di Roncitelli per la scuola primaria Vallone. Il trasporto dei bambini della scuola dell’infanzia prevede sempre la presenza di un accompagnatore.

PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA TERRITORIALE

La profonda collaborazione tra l’Amministrazione comunale e le scuole cittadine ha fatto nascere e sviluppare un organismo partecipato – la Conferenza Ente Locale-Scuola – che in ambito educativo ha promosso una progettualità di rete basata sull’elaborazione del Piano dell’Offerta Formativa Territoriale, con una gestione delle risorse finanziarie pubbliche concertata e condivisa tra tutti i soggetti coinvolti.

Il sistema formativo che l’Amministrazione comunale di Senigallia persegue è fondato sul rapporto tra scuola e territorio. L’ambiente urbano ed extra urbano nella loro complessità e multidimensionalità divengono quindi luoghi privilegiati di educazione ed incontro.

Il Comune di Senigallia, in accordo con gli Istituti Scolastici del territorio comunale ha approvato con Determina Dirigenziale n. 486 del 28/05/2021 un bando per erogare per il biennio 2021-2023 i fondi del bilancio comunale dedicati al Piano dell’Offerta Formativa Territoriale ad associazioni, fondazioni, enti pubblici o privati che presentino progetti educativi rivolti ai bambini/ragazzi delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado. Il bando, secondo gli indirizzi definiti in seno alla Conferenza Ente Locale Scuola, nasce dalla volontà di ampliare la platea dei soggetti richiedenti ed intercettare nuove proposte progettuali, nella piena garanzia di trasparenza nella gestione dei fondi POFT.

Ciascuna proposta progettuale dovrà riguardare uno dei seguenti settori d’intervento: · Lettura; · Arti (musica, teatro, cinema, arte, fotografia); · Educazione ambientale; · Educazione alla cittadinanza attiva, prevenzione contro i fenomeni di bullismo, cyber bullismo, dipendenze digitali. I progetti pervenuti saranno valutati da apposita Commissione giudicatrice composta dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione e dal personale dell’ufficio Educazione e Formazione, dai dirigenti scolastici dei rispettivi Istituti Scolastici o loro delegati, e dai docenti individuati dai rispettivi dirigenti scolastici quali referenti POFT.

Al termine della procedura di valutazione sarà redatta una graduatoria finale per ciascun ambito d’intervento progettuale che consentirà di finanziare i progetti in ordine di graduatoria.

 

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: