Voce Comune per Corinaldo: “Noi cerchiamo davvero di guardare oltre, non solo a parole”

Voce Comune per Corinaldo: “Noi cerchiamo davvero di guardare oltre, non solo a parole”

CORINALDO – “Se c’è un aspetto su cui abbiamo cercato di essere chiari fin dall’inizio di questa consiliatura è l’atteggiamento costruttivo del gruppo Voce Comune per Corinaldo, volto a fare l’interesse della comunità. Proprio per questo non abbiamo ostacolato i lavori consiliari, nonostante la convocazione quantomeno irrituale, della seduta del 30 luglio scorso: lacunosa su alcuni punti che, come recita il regolamento comunale, devono essere sempre inseriti nell’ordine del giorno. Con grande senso di responsabilità, nonostante l’errore, abbiamo permesso il normale svolgimento della seduta”. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso oggi dal movimento politico corinaldese.

“L’atto proposto dalla maggioranza di per sé era una semplice ripetizione ed estensione di quanto fatto dalla precedente amministrazione comunale, ed è proprio grazie a essa che nelle casse comunali c’è un ulteriore fondo da 150 mila euro per sostenere le attività produttive del territorio.

“E’ il percorso e non l’azione in sé che ha dettato la nostra astensione in consiglio: riteniamo infatti che la rapida misura individuata dal gruppo Guardare Oltre, dovesse essere prima condivisa con le attività produttive, magari attraverso un tavolo di lavoro con le associazioni di categoria le quali avrebbero indicato le loro reali esigenze del momento. Tale passaggio – scrive sempre Voce Comune per Corinaldo – avrebbe permesso di capire se, anche in questa seconda metà dell’anno, la proposta legata alla Tari era effettivamente la misura più efficace (studiando magari modalità diverse e più inclusive visto che attualmente si vanno ad escludere le attività che non usufruiscono della raccolta rifiuti porta a porta) oppure se vi erano altri bisogni a cui rispondere. C’è di più: in mancanza di questi approfondimenti la proposta poteva essere già inserita nella variazione votata appena dieci giorni prima.

“Sempre sulla strada dell’interesse collettivo abbiamo inoltre proposto alla maggioranza un’azione permanente e concreta: l’istituzione di un forum annuale di comunità per la crescita (F.A.C.) che metta al centro il dialogo con le imprese. Risposte che richiedono prima ascolto e poi impegno, lo sappiamo, ma che proprio per questo vengono apprezzate.

“Non ci si può certo accusare di non aver assunto “un atteggiamento costruttivo nell’interesse di tutta la comunità corinaldese”, abbiamo il nostro ruolo in Consiglio e desideriamo interpretarlo al meglio. Noi cerchiamo davvero di guardare oltre, nel concreto, non solo a parole. Abbiamo proposto e torniamo a farlo per affrontare e risolvere insieme i problemi che la situazione nazionale e internazionale sta creando.

“Oggi non si opera più in situazione di emergenza: c’è quindi modo e tempo di trovare le migliori soluzioni se c’è la volontà politica di costruire insieme e di non agire per la sola ricerca del consenso. Su una cosa concordiamo con la maggioranza – conclude la note di Voce Comune per Corinaldo -: la campagna elettorale è finita!”

Nella foto: l’intervento di Giorgia Fabri nell’ultima seduta del Consiglio comunale

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: