Saltarelli secondo al Mugello: “Un solo pensiero, forza Senigallia”

Saltarelli secondo al Mugello: “Un solo pensiero, forza Senigallia”

SENIGALLIA – “Difficile parlare di risultati e podio in questo momento così difficile per la nostra città, non riesco neanche ad esultare. L’officina di famiglia si è salvata per miracolo dall’alluvione”.

Sono queste le prime parole del pilota Simone Saltarelli che domenica scorsa, nel campionato National Trophy è salito sul secondo gradino del podio perdendo il primo per soli 32 centesimi di secondo.

Il week end agonistico è iniziato con una notte insonne, passata al telefono fino quasi all’alba per seguire l’andamento dell’alluvione, poi le prove con una prima posizione anche se si è girato con la pioggia.

Il giorno di gara , con una pista asciutta, è stata tutta una battaglia dall’inizio alla fine. C’è pure stata una ripartenza a causa di una caduta alle Biondetti. Partito non benissimo, 6 al quarto giro con 2 secondi di distacco, Saltarelli non si è demoralizzato, anzi consapevole della bontà delle gomme, si è messo a spingere fino a raggiungere il gruppo di testa e fino alla bandiera a scacchi non ha più mollato:” La moto è stata molto performante e per questo ringrazio tutto il TCF Racing Team per il lavoro svolto. Ho spinto fin da subito, e quando mi sono reso conto che potevo raggiungere la prima posizione ho attaccato. Ero riuscito nell’intento, ma per un piccolo errore sono stato ripassato, ma non ho mollato e mi sono ripromesso di dare il tutto per tutto negli ultimi tre giri. Sono riuscito ma il fotofinish non mi ha premiato, 32 centesimi di secondo in meno hanno permesso di salire sul gradino più alto del podio a Giannini”.

Alla fine della tappa del Mugello, Saltarelli mantiene salda la seconda posizione, con uno svantaggio di 7 punti. Si deciderà tutto nella gara di Imola del prossimo 9 ottobre che assegnerà il titolo di campione tra Giannini e Saltarelli e con Gamarino terzo incomodo

“Imola sarà la gara della stagione, qui ci giochiamo il titolo e nessuno sarà lì per perdere. Con il Team siamo già al lavoro per arrivare al meglio e con una moto performante. Intanto però penso alla mia città, mia sorella Sara ed io abbiamo già deciso di mettere a disposizione gratuitamente i nostri furgoni per chi ha necessità di movimentare moto e motorini e portarli via dal fango. So che è poco per quello che c’è da fare, ma volevamo essere d’aiuto”

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: