CRONACAIN PRIMO PIANOSENIGALLIA

“Un tratto di strada occupato da un ristorante, ecco cosa ha fatto la Polizia locale”

“Un tratto di strada occupato da un ristorante, ecco cosa ha fatto la Polizia locale”

SENIGALLIA – In seguito ad alcuni articoli pubblicati nei giorni scorsi, al fine di ristabilire la verità e dare una informazione corretta circa l’operato della Polizia locale, il comandante, dottoressa Barbara Assanti, comunica “che un cittadino aveva segnalato l’occupazione abusiva di un tratto di via F.lli Bandiera da parte del noto ristoratore e che aveva addirittura posto una transenna a chiusura del tratto”.

“L’occupazione abusiva era avvenuta anche nei fine settimana precedenti. Da una verifica della documentazione agli atti non risultava che fosse stata rilasciata alcuna concessione.

“La Polizia Locale, tuttavia – aggiunge il comandante -, nell’eventualità che, a causa della chiusura degli uffici nel fine settimana, non fosse stata semplicemente trasmessa la concessione alla PL ma che fosse stata rilasciata il venerdì precedente, si recava presso il ristorante alle ore 18.00 per chiedere l’esibizione della concessione.

“L’orario del sopralluogo è stato appositamente scelto per evitare di creare disagi ai clienti. A quell’ora, infatti, era presente solo il titolare ma nessun avventore. Gli è stata chiesta la documentazione, che non è stata esibita ed è stato riferito alla Polizia locale che la ricevuta di pagamento dell’occupazione era a casa e che l’avrebbero prodotta più tardi. La pattuglia diffidava, intanto, il titolare ad occupare con tavoli e sedie il suolo nel caso di assenza di concessione e diceva che sarebbe ripassata poco dopo.

“Poco dopo le 18.30 la pattuglia ripassava ma il titolare non esibiva alcun documento e veniva nuovamente diffidato dall’occupare abusivamente il suolo pubblico.

È stato, inoltre, avvisato che sarebbe nuovamente passata la pattuglia per la verifica della documentazione, che il titolare sosteneva di avere.

“Alle 19.35 la pattuglia ha effettuato un sopralluogo ed accertava la presenza di tavoli e sedie e due clienti seduti, che sono stati ricollocati all’interno del locale. Nessuna concessione è stata esibita perché non rilasciata, in quanto la richiesta era mancante di alcuni documenti richiesti dal SUAP.

“La Polizia Locale comunica, inoltre, che la verifica del rispetto delle concessioni di suolo pubblico proseguirà per tutta l’estate, a tutela della legalità, degli esercenti in regola e dell’intera collettività.

“Le occupazioni abusive sulle strade possono avere, in generale, ripercussioni negative anche sulla circolazione dei mezzi di soccorso, dei Vigili del fuoco e di polizia e, per questo, nelle concessioni sono indicate le prescrizioni a cui è necessario attenersi, a tutela della sicurezza pubblica”, conclude il comandante della Polizia locale di Senigallia.

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: