Un convegno online sugli anni marchigiani del poeta e patriota Luigi Mercantini

Un convegno online sugli anni marchigiani del poeta e patriota Luigi Mercantini

SENIGALLIA – Mercoledì (29 dicembre), alle ore 19, si terrà un convegno online dedicato a “Luigi Mercantini, cantore e protagonista del Risorgimento”, nel 200° anniversario della nascita del poeta, programmato da “Adesso Web”, piattaforma no-profit di Stefano Battistini, come decimo appuntamento di “Storie delle Marche”, rubrica mensile curata da Ettore Baldetti.

Si ripercorrerà criticamente l’itinerario biografico del famoso autore dell’ “Inno di Garibaldi” e della “Spigolatrice di Sapri”, nato nel comune ascolano di Ripatransone da genitori cagliesi,  un uomo nuovo in un’età di transizione postrivoluzionaria.

Dopo una giovinezza vissuta a Fossombrone all’ombra di una Chiesa ancora autocratica e politicizzata, in cui frequentò il locale seminario per poi essere respinto dai Gesuiti di Fano ed invece accolto come raffinato predicatore a Castelleone di Suasa, si è poi emancipato grazie ai proventi della propria attività didattica avviata nel 1841 ad Arcevia, dove incontrò anche la sua amatissima prima moglie Anna Bruni, sorella del patriota Pacifico.

L’adesione alle iniziative patriottiche nella città rivierasca di Senigallia, in cui si era recato ad insegnare Eloquenza nel Seminario Vescovile e nella scuola comunale riunita, per poi accedere alla docenza ordinaria nel locale Ginnasio, non fu tuttavia scevra da lati oscuri o contradditori. La partecipazione alla difesa di Ancona nel 1849 e l’impegno letterario nella causa risorgimentale, particolarmente apprezzato dallo stesso Giuseppe Garibaldi, lo faranno infine assurgere ai massimi livelli di notorietà nel coevo panorama italiano.

All’incontro interverrà lo storico arceviese Paolo Santini sul tema “Gli anni arceviesi nelle lettere e nei documenti d’archivio”, approfondito in un accurato studio recentemente apparso nella rivista “Studi Arceviesi” (n.7, 2017) da lui diretta; seguirà quindi un commento di Ettore Baldetti su “La partecipazione all’azione patriottica a Senigallia e negli anni successivi”, desunto dalla sua pubblicazione “Marchigiani nel Risorgimento”, on line nel sito del comune di Barbara (Cultura-Parlano di noi).

Nelle foto: Arcevia tra ‘800 e ‘900; la sede ottocentesca del Seminario di Senigallia in primo piano, nel tratto dei Portici Ercolani, a monte di Via Mastai; l’abitazione senigalliese del poeta nella Piazza Garibaldi, oggi indicata da un’epigrafe sul fondo del lato opposto al Duomo

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: