“PretenDiamo legalità”, a Senigallia la Polizia incontra gli studenti dell’Istituto Panzini

 “PretenDiamo legalità”, a Senigallia la Polizia incontra gli studenti dell’Istituto Panzini

SENIGALLIA – Nell’ambito del progetto “PretenDiamo legalità”, promosso dalla Polizia di Stato per sensibilizzare al rispetto delle regole le giovani generazioni, in raccordo con il progetto d’Istituto dell’IIS Panzini di cittadinanza attiva ‘’Scuola amica e sicura”, il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Senigallia, guidato dal vice questore dottor Agostino Licari, ha dedicato agli studenti del Panzini due momenti di formazione, che nei prossimi giorni proseguiranno con un altro incontro cui parteciperà anche personale  della  Polizia Postale di Ancona.

Per poter raggiungere il maggior numero di studenti che frequentano l’Istituto Alberghiero Panzini gli incontri sono stati organizzati in due giornate  e si sono tenuti, sia in presenza di due classi, all’interno dell’aula magna, che  in video-collegamento con le altre classi dell’istituto.

La prima giornata ha visto la presenza delle classi del biennio ed hanno partecipato all’incontro la vice preside, professoressa Sabina Piombetti, che ha affermato la valenza e l’importanza per i ragazzi di partecipare a queste iniziative finalizzate ad acquisire consapevolezza e responsabilità delle proprie azioni che possono incidere anche sulla vita altrui. Per la Polizia di Stato ha presenziato il commissario capo dottor Raimondo Meli, che, partendo dai quesiti posti dai ragazzi, ha delineato la struttura organizzativa e le funzioni della Polizia di Stato, fornendo le novità connesse all’introduzione del   numero unico di emergenza112.

La seconda giornata ha visto la presenza del dirigente scolastico dell’Istituto, professor Alessandro Impoco, che ha sottolineato l’importanza  di diffondere la cultura della Legalità tra le giovani generazioni ed ha ringraziato la Polizia di Stato, la Questura di Ancona e soprattutto il Commissariato di Senigallia, per la collaborazione sempre mostrata e per le iniziative di sensibilizzazione messe in campo e destinate agli studenti.

È stata poi la volta dell’intervento tenuto dal dirigente del Commissariato di Senigallia, vice questore dottor Agostino Licari, che ha presenziato all’incontro  con il personale delle Unità Cinofile della Questura di Ancona. Il dottor Licari ha  parlato dell’importanza della scuola come luogo sicuro e democratico di inclusione ed ha sottolineato l’importanza della sinergia  tra scuola e Forze di Polizia Il Dirigente inoltre ha approfondito tutta una serie di aspetti e questioni connesse al fenomeno del   bullismo; uno dei fenomeni di devianza giovanile che purtroppo affligge la società e ha spiegato come poter contrastare “il bullo”, esortando tutti noi a non essere spettatori passivi; è poi passato ad approfondire temi come l’uso e l’abuso di sostanze stupefacenti e alcol.

La parte finale dell’incontro ha visto la partecipazione del personale delle Unità Cinofile e del cane labrador Imperator. Sono state delineate le attività svolte dalle Unità Cinofile,in particolare per quanto attiene alla ricerca di droga ed esplosivi, ma anche di persone scomparse in contesti emergenziali, come terremoti e valanghe

Al termine dell’incontro gli studenti hanno espresso la loro soddisfazione per gli incontri svolti e per le importanti tematiche trattate che, tra l’altro, sono state oggetto di specifiche domande e curiosità. I giovani hanno confermato l’importanza che queste tematiche vengano affrontate nelle scuole per migliorare il benessere della comunità scolastica e per contrastare forme di disagio sociale e familiare. Alcuni giovani, nel corso dell’incontro, hanno voluto sottolineare il significato del motto della Polizia di Stato “Esserci sempre” “considerato come un paracadute di speranza di fronte a soprusi e prepotenze che spesso minacciano di prendere il sopravvento nella nostra società”.

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: