“Per l’8 Marzo meno mimose e più arti marziali”

“Per l’8 Marzo meno mimose e più arti marziali”

A Ostra le tre stelle olimpiche di sport da combattimento invitano le donne a imparare a difendersi

SENIGALLIA – Una festa della donna con “meno mimose e più arti marziali” e tutele giuridiche. E’ la ricetta per la prossima giornata della donna di Difesa Legittima Sicura, ancora una volta in prima linea nel campo della lotta contro la violenza sulle donne e tutela dei soggetti vulnerabili.

A fianco di DLS si schierano l’Unione dei Comuni (Terre della Marca Senone comprensiva di 7 Comuni) e il Comune di Ostra dove la prossima domenica 6 marzo a partire dalle ore 10,45 al palazzetto dello sport si terrà la manifestazione dal titolo: “Consapevoli dei diritti, sicure di se stesse”. Madrine dell’evento, le tre campionesse olimpioniche Viviana Bottaro (primo bronzo italiano di karate femminile nella storia delle Olimpiadi conseguito nel luglio scorso a Tokyo) Lucia Morico (bronzo nel judo ad Atene 2004) e Rosalba Forciniti (bronzo nel judo a Londra 2012), tutte testimonial ufficiali di “Difesa Legittima Sicura”.

Le tre stelle olimpiche si cimenteranno in una lezione gratuita di difesa personale (si tratterà di semplici tecniche accessibili a chiunque) a cui potranno partecipare donne e studenti. Spetterà al coordinatore nazionale di Difesa Legittima Sicura Avv. Roberto Paradisi il compito di illustrare lo stato dell’arte del progetto DLS e approfondire giuridicamente il tema della tutela dei soggetti vulnerabili. Presenti tra le autorità il presidente dell’Unione dei Comuni Dario Perticaroli, il sindaco di Ostra Federica Fanesi, l’assessore allo sport Alberto Agarbati. L’evento è patrocinato dalla Fijlkam che sarà presente con il presidente regionale Marco Masi e il fiduciario MGA (metodo globale di autodifesa) Giuseppe Marcheggiani. Presente anche la dirigente dell’Istituto comprensivo di Ostra e Barbara Marilena Andreolini.

“Si tratta di un evento di respiro nazionale – ha spiegato l’Avv. Roberto Paradisi – che ha l’ambizione di creare i presupposti anche nel territorio per la diffusione di una cultura di prevenzione effettiva e di piena consapevolezza dei propri diritti. E’ ora di capire che, contro la violenza, la solidarietà e le buone parole non bastano più. Occorre passare ad altro”. E chi meglio di donne forti e consapevoli dei propri mezzi come le tre olimpioniche possono rappresentare un modello? L’evento è aperto al pubblico e chiunque vorrà allenarsi con le campionesse olimpioniche potrà farlo liberamente. Per informazioni e per una pre-iscrizione alla lezione di difesa personale è possibile chiamare il numero 338 7778428.

 

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: