Imprenditore tessile arrestato per reati fiscali

Imprenditore tessile arrestato per reati fiscali

SENIGALLIA – Un imprenditore, operante nel settore tessile, è stato arrestato dagli agenti della Guardia di Finanza per reati di natura fiscale. L’uomo, di origine cinese, è stato posto agli arresti domiciliari.

Secondo gli investigatori della GdF l’imprenditore, in cinque anni, avrebbe gestito cinque aziende diverse – sempre intestate a dei prestanome – per non pagare le tasse. E questo gli avrebbe permesso di evadere circa 1,7 milioni di euro. Nel corso delle indagini i finanzieri hanno anche eseguito un decreto di sequestro preventivo fino alla concorrenza di euro 1.712.000. I finanzieri hanno sottoposto a sequestro disponibilità rinvenute sui conti correnti riconducibili all’indagato, crediti presso terzi per euro 485.000,00, 1 appartamento ubicato al centro di Bologna, 2 auto, 2 furgoni e 133 macchinari per cucire.

I sequestri, effettuati anche nei confronti dei prestanome, sono stati confermati successivamente anche dal Tribunale del Riesame, che ha condiviso le ipotesi di reato prospettate dalla Procura della Repubblica e convalidate dal Gip.

 

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: