La base di Forza Italia si schiera con Luigi Rebecchini

La base di Forza Italia si schiera con Luigi Rebecchini

Sono 27 gli iscritti, a Senigallia, che esprimono solidarietà e appoggio al consigliere azzurro, ritenuto “un esempio di coerenza e rispetto del programma elettorale”

di ELPIDIO STORTINI

SENIGALLIA – La base di Forza Italia si stringe intorno al consigliere comunale Luigi Rebecchini. Si apre un nuovo scenario all’interno del movimento azzurro senigalliese con ben 27 iscritti al partito che hanno sottoscritto e inviato un documento al coordinatore provinciale Gianluca Pasqui, esprimendo il pieno appoggio all’ex capogruppo e sottolineando la piena condivisione delle battaglie politiche intraprese da Rebecchini stesso.

“I sottoscritti cittadini iscritti a Forza Italia dopo la scelta di Unione Civica di confluire nel movimento azzurro – si legge nel documento politico – esprimono gratitudine e apprezzamento per l’attività politica svolta in questi mesi dal consigliere Luigi Rebecchini, nostro punto di riferimento per la sua coerenza nel portare avanti storiche battaglie del centro-destra a Senigallia, per la sua capacità dialettica e propositiva, per il suo rigore etico e lo spirito critico che, in un movimento liberale, non può mai venire meno”.

E poi un chiaro indirizzo politico della base: “I sottoscritti invitano il consigliere Rebecchini – si legge ancora nella nota sottoscritta da 27 iscritti – a continuare a difendere i punti condivisi da tutta la maggioranza contenuti nel programma elettorale a partire dallo sport, dalla cultura, dalle politiche turistiche, dalla lotta ai favoritismi per un vero cambiamento nei fatti”.

Un invito subito recepito peraltro da Luigi Rebecchini che, proprio in queste ore, ha chiesto conto all’Amministrazione degli oltre 421 mila euro che il Demanio aveva richiesto al Comune per l’occupazione, senza titolo, da parte della Uisp, dell’ostello ubicato nelle ex colonie marine, somma che, secondo il consigliere di Forza Italia, dovrebbe essere in realtà pagata dalla Uisp stessa.

Sul documento politico registriamo il commento di Roberto Paradisi, già candidato per le regionali per Forza Italia e oggi animatore del think tank Unione Civici Marche: “Quando il movimento politico civico è confluito nel 2020 in Forza Italia (condividendo l’intuizione brillante dell’allora coordinatore provinciale Silvetti), avevamo ben chiarito – ha spiegato Paradisi – che non avevamo intenzione di portare solo acqua (e non poca) al mulino del partito ma anche idee, freschezza, civismo, coerenza, progetti politici e culturali. Intendiamo continuare a fare quello che avevamo garantito”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: