“Troppi furti a Castelleone, il Comune deve fare di più”

“Troppi furti a Castelleone, il Comune deve fare di più”

Polemica presa di posizione dei consiglieri di minoranza. Chiesti adeguati sistemi di videosorveglianza

CASTELLEONE DI SUASA – “Nella seduta dell’ultimo Consiglio comunale sono state approvate le tariffe per l’anno 2022 relative alla Tassa rifiuti e regolamento Tari, all’Irpef, all’Imu e il Conto consuntivo dell’anno 2021.

“Noi consiglieri di minoranza – si legge in un documento – abbiamo fatto presente al Sindaco il problema della sicurezza e della necessità di sistemi di videosorveglianza, per cercare di prevenire e contrastare le attività criminali, poiché sia le abitazioni dei cittadini, sia le sedi di attività produttive e commerciali, sono oggetto continuo di furti da parte di ladri, addirittura un’azienda è stata rapinata ben due volte nel giro di pochi giorni, mentre un’altra ha subito un danno di oltre 140.000 euro di materiale trafugato.

“E’ notizia di questi giorni che lo Stato ha erogato a quindici Comuni della provincia di Ancona (tra cui Mergo che con 991 abitanti riceverà 11.000 euro e comparteciperà con fondi del proprio bilancio con oltre 12.000 euro) 384.110 euro da destinare ai progetti per gli impianti di videosorveglianza, ma purtroppo il Comune di Castelleone di Suasa non ha ricevuto nessun finanziamento (cosa che purtroppo è già avvenuta per gli impianti di ventilazione automatica per le scuole, per la viabilità e la sicurezza stradale),  quindi niente soldi al nostro Comune per finanziare progetti per la sicurezza dei cittadini e delle imprese.

“Abbiamo chiesto al Sindaco – si legge sempre nel documento del gruppo consiliare Centro Sinistra per Castelleone di Suasa – una maggiore attenzione e impegno verso questa problematica che sta creando seri problemi di carattere sociale ed economico, ci è stato detto, con tono abbastanza rassegnato, che il mancato finanziamento è dovuto al basso tasso di denunce e furti registrati nel nostro Comune.

“Questa a nostro parere non può essere una giustificazione accettabile, anche perché il Sindaco e la sua maggioranza quando stavano all’opposizione facevano le crociate contro  i furti e adesso invece sono rassegnati e indifferenti, nonostante siano responsabili della sicurezza della comunità. A questo punto del dibattito il Sindaco in evidente stato di difficoltà, ci ha tolto la parola e ha chiuso in fretta e furia la discussione poiché, a suo parere, l’argomento non era attinente all’ordine del giorno.  Ovviamente – concludono i consiglieri di minoranza – faremo quanto è nelle nostre possibilità per fare uscire l’Amministrazione comunale dal torpore e dall’indifferenza, e ad occuparsi seriamente dei problemi della sicurezza dei cittadini e delle imprese del nostro Comune”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: