“A Castelleone di Suasa la minoranza continua a sminuire l’operato della maggioranza”

“A Castelleone di Suasa la minoranza continua a sminuire l’operato della maggioranza”

Nuova presa di posizione dell’Amministrazione comunale

CASTELLEONE DI SUASA – Dall’Amministrazione comunale di Castelleone di Suasa riceviamo: “Mentire sapendo di mentire giusto per sminuire l’operato della maggioranza, è quanto ha fatto la minoranza Castelleonese nel comunicato stampa del 3 giugno u.s.

“……la scuola, il cui mantenimento delle classi viene ogni anno messo a rischio cancellazione dall’Ufficio regionale scolastico, che contesta la scarsità di numeri degli alunni. Per il prossimo anno scolastico, grazie all’impegno del Dirigente dell’Istituto comprensivo Prof. Ceresoni, si è riusciti a mantenere la prima media che l’Ufficio scolastico regionale aveva inizialmente trasferito in altra sede (Corinaldo o Ostra Vetere), perché ha un numero di 14 alunni mentre la legge prevede il numero minimo per una classe di 18 alunni…”

Quanto si legge ed avvenuto anche in sede di discussione in Consiglio Comunale e poi ribadito in sede di dichiarazione di voto. Viene attribuito al solo Dirigente scolastico il merito sapendo benissimo, è stata consegnata la relativa documentazione,  che è stata un’azione congiunta tra Istituto comprensivo ed Amministrazione Comunale come avvenuto a settembre 2021 per la richiesta della Classe prima della Primaria. In Consiglio Comunale Il Sindaco ha per due volte ribadito la verità, alla fine il Capogruppo di minoranza Guerra ha dovuto rivedere la posizione della minoranza…. poi ben venga il provvedimento legislativo presentato dai Parlamentari del Partito Democratico o l’azione dell’Assessora Regionale Latini congiuntamente ai Presidenti delle Province Marchigiane.

Altra bugia: “…Il Sindaco, il Vice Sindaco e l’Assessore si sono aumentati lo stipendio….”

Il Sindaco, il Vice e l’Assessore non si sono aumentati un bel niente, l’incremento delle indennità, non stipendio e per gli Amministratori Castelleonesi senza quota contributiva, per i primi cittadini, i loro vice e assessori, provvedimento voluto dall’Anci, è coperto da fondi statali, l’eventuale rifiuto del  beneficio economico non ricadrebbe sul bilancio Comunale ma tornerebbe allo Stato.

Lasciamo alle Dichiarazioni, della Sindaca di Ancona e Presidente ANCI Marche Valeria Mancinelli, del marzo scorso, le considerazioni sul provvedimento.

 

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: