Padre e figlio travolti e uccisi da un treno merci a Senigallia

Padre e figlio travolti e uccisi da un treno merci a Senigallia

SENIGALLIA – Una doppia tragedia si è verificata questa sera a Senigallia. Due turisti umbri, padre e figlio, in questi giorni in vacanza in città, sono stati travolti da un treno merci in transito lungo la linea ferroviaria adriatica.

Il tragico investimento è avvenuto poco dopo le ore 21 nel tratto ferroviario tra via Goldoni, via Raffaello Sanzio ed il lungomare Mameli. Immediatamente – a dare l’allarme è stato lo stesso macchinista del treno che nulla ha potuto per evitare la tragedia – è stato bloccato il traffico ferroviario lungo tutta la linea adriatica, con i convogli fatti fermare nelle stazioni di Senigallia e Marotta.

Sul posto, per i necessari accertamenti, sono intervenuti gli agenti della Polizia ferroviaria ed il magistrato di turno della Procura di Ancona. Sono loro che, attraverso le testimonianze di alcune persone, stanno cercando di ricostruire quanto accaduto.

Secondo le informazioni giunte a tarda sera le vittime – il padre aveva 63 anni ed il figlio 26 – al momento del passaggio del treno merci si trovavano sui binari. Ma non è ancora del tutto chiaro se i due stessero attraversando o se, invece, il padre, stesse cercando di fermare il figlio che minacciava di gettarsi sotto il convoglio.

Per quasi quattro ore, tra le stazioni di Senigallia e Marotta, Trenitalia ha allestito dei bus sostitutivi per i passeggeri. Il Frecciarossa 8829, partito da Milano, il cui arrivo era previsto ad Ancona alle ore 23.38, è stato invece fermato alla stazione di Bologna Centrale. I passeggeri hanno poi proseguito in autobus con il servizio sostitutivo, appositivamento predisposto tra Bologna ed Ancona.

Soltanto alcuni minuti prima dell’una il traffico è poi gradualmente ripreso lungo tutta la linea ferroviaria adriatica. A causa del blocco, tra le stazioni di Senigallia e Marotta, i treni ad alta velocità hanno registrato un maggior tempo di percorrenza fino a 213 minuti.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: