Tutti a scuola con il bus ma a Senigallia il Bonus trasporti non viene accettato

Tutti a scuola con il bus ma a Senigallia il Bonus trasporti non viene accettato

SENIGALLIA – Il ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, questa mattina ha commentato positivamente i dati sul Bonus trasporti che, in una settimana, in Italia, ha già superato la soglia del mezzo milione di voucher emessi.

“È un risultato molto incoraggiante – ha detto – ed è la prova che la misura funziona ed è apprezzata.

“È per questo – ha poi aggiunto – che mi auguro che possa essere rafforzata, prevedendo ulteriori risorse, o resa strutturale dato che si tratta di un aiuto sia per le persone economicamente più fragili che fanno i conti con l’aumento del prezzo del carburante, sia per l’ambiente perché sposta sul trasporto pubblico locale chi utilizza mezzi privati”.

Un’ottima iniziativa, soprattutto per le famiglie che, in questi giorni, stanno facendo gli abbonamenti – in qualche caso abbastanza onerosi – per il trasporto da casa all’istituto scolastico dei loro figli. Anche perché la scuola inizia la prossima settimana.

Eppure da noi – nonostante le buone intenzioni – questa bella misura presa dal Governo, quantomeno per ora, non funziona. Molte persone, questa settimana, si sono recate a fare gli abbonamenti del bus per i propri figli nella sede delle autolinee Bucci, a Senigallia. Ma il Bonus trasporti non è stato accettato. E sono state invitate a pagare il prezzo pieno o a recarsi – per ottenere lo sconto – ad Ancona.

A questo punto sarebbe bene che qualcuno ci spiegasse per quale motivo ad Ancona il Bonus trasporti viene accettato ed a Senigallia no. Anche perché non tutti, ovviamente, si possono recare ad Ancona.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: