Una nuova società per la raccolta dei rifiuti? All’esame della Commissione la proposta di rinvio della decisione

Una nuova società per la raccolta dei rifiuti? All’esame della Commissione la proposta di rinvio della decisione

SENIGALLIA – Il presidente del Consiglio comunale Massimo Bello ha trasmesso alla 3^ Commissione permanente, per l’esame in sede referente, la proposta di deliberazione consiliare n. 2023/86 sulla “Costituzione di società consortile a partecipazione indiretta per la gestione del servizio di igiene urbana affidata dall’Assemblea territoriale d’Ambito n. 2 – Atto di indirizzo”, il cui relatore è il Sindaco Massimo Olivetti.

L’atto, assegnato alla 3^ Commissione permanente (Bilancio, Finanze e Programmazione economica, Patrimonio), sarà vagliato in sede congiunta in una seduta con la 2^ Commissione permanente (Ambiente, Territorio e Infrastrutture, Lavori pubblici e Urbanistica) per l’esame e il voto congiunto giovedì 26 gennaio alle ore 15, in videoconferenza su piattaforma Zoom, come è stato annunciato nella riunione della Conferenza dei Capigruppo presieduta dal Presidente Bello, che ha designato il Presidente della 3^ Commissione, Marcello Liverani, a dirigere i lavori delle Commissioni in sede congiunta.

La proposta di deliberazione, che porta la firma del Sindaco Olivetti, concentra l’attenzione su un tema, che sarà affrontato nell’assemblea dei soci, straordinaria e ordinaria, di VIVA SERVIZI SPA, di cui il Comune di Senigallia è socio. L’Assemblea dei soci dovrà affrontare la costituzione di una società consortile partecipata per la gestione integrata dei rifiuti urbani, che riguarda tutta la provincia. Nella riunione della VIVI SERVIZI, che si terrà il 3 febbraio, il Sindaco di Senigallia sarà chiamato a pronunciarsi sulla questione.

Con la proposta n. 2023/86, che approderà in sede di Commissioni congiunte il 26 gennaio, i consiglieri dovranno esaminare l’intera questione, che ha una forte rilevanza economica, e dare mandato al sindaco Olivetti, con il voto del Consiglio previsto per il 1° febbraio, “di chiedere espressamente il rinvio della discussione e della decisione” – si legge nel testo della proposta di provvedimento – in merito all’argomento iscritto nell’agenda dei lavori dell’assemblea dei soci di VIVA SERVIZI SPA, che si terrà il 3 febbraio, fino all’esito dei giudizi già incardinati presso il TAR Marche avverso la deliberazione ATA n. 23 del 7.12.2022, facendo proprie ed approvando le motivazioni di prudenza, cautela e garanzia, a tutela sia del Comune di Senigallia che della società partecipata VIVA SERVIZI SPA e, quindi, di non esporre il Comune e la società partecipata ad eventuali azioni risarcitorie di potenziale rilevanza economica”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: