Altri due anziani sono morti per coronavirus all’Ospedale di Senigallia

Altri due anziani sono morti per coronavirus all’Ospedale di Senigallia

Tutto esaurito nel reparto Covid: già occupati i 31 posti-letto previsti dal piano regionale

SENIGALLIA – Nelle ultime 24 ore ci sono state altre due vittime, correlate al coronavirus, anche all’Ospedale di Senigallia. Si tratta di due anziani, un uomo – 83 anni – di Fabriano e una donna – 94 anni – di Arcevia. Entrambi presentavano patologie pregresse.

Il totale delle vittime, nelle Marche, nelle ultime 24 ore, è purtroppo alto: dieci, come del resto si era già verificato lunedì.

Oltre ai due pazienti – di Arcevia e Fabriano – deceduti all’Ospedale di Senigallia le altre vittime erano residenti ad Ascoli Piceno, Ancona, Civitanova Marche, Acquaviva Picena, Maltignano, Pergola e Montefano. Il totale dei decessi, dall’inizio dell’emergenza sanitaria, è così salito a 1.077.

Sempre oggi il Servizio Sanità della Regione ha anche reso noto che sono arrivati a 600 i ricoveri per covid negli ospedali marchigiani. I pazienti in terapia intensiva sono 75, quelli in semi intensiva 149 ed i degenti nei reparti non intensivi 376.

Ed il reparto Covid dell’Ospedale di Senigallia, come del resto da noi anticipato, è arrivato al tutto esaurito. Oggi i ricoverati erano 31, così come previsto dal piano regionale per la pandemia. Cinque pazienti nel reparto di semi intensiva e altri 26 nel reparto non intensivo.

Questa mattina il Servizio Sanità della Regione aveva anche comunicato che, nelle ultime 24 ore, sono stati testati 2608 tamponi: 1425 nel percorso nuove diagnosi e 1183 nel percorso guariti.

I positivi sono 504 nel percorso nuove diagnosi (134 nella provincia di Macerata, 102 nella provincia di Ancona, 70 nella provincia di Pesaro-Urbino, 40 nella provincia di Fermo, 141 nella provincia di Ascoli Piceno e 17 da fuori regione).

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (81 casi rilevati), contatti in setting domestico (106 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (141 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (11 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/socialità (24 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (8 casi rilevati), contatti in setting scolastico/formativo (9 casi rilevati), screening percorso sanitario (6 casi rilevati) e 1 rientro da altra regione.

Per altri 117 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

LE TABELLE

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: