Un riconoscimento all’ex primario della Rianimazione dell’Ospedale di Senigallia

Un riconoscimento all’ex primario della Rianimazione dell’Ospedale di Senigallia

BARBARA – Anche quest’anno, il gruppo ‘Pierluigi Mastrucci’ di Barbara dell’Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini – Sezione di Castelbellino, in occasione della festività dell’omonima patrona, ha conferito l’attestato pergamenaceo firmato dalla presidentessa nazionale Annita Garibaldi Jallet, pronipote del leggendario Generale.

La quinta benemerenza, concessa per particolari meriti connessi con i principi fondativi dell’Associazione, enunciati nello Statuto e delle precipue finalità prescelte dai membri del Gruppo, segue quelle già attribuite per la solidarietà con profughi e terremotati, ad una scolaresca liceale e ad un gruppo di danzatrici, per l’abnegazione nello svolgimento del proprio dovere durante l’eccezionale precipitazione nevosa del 2018, alle assistenti sanitarie della Lungodegenza di Arcevia, ed infine per il volontariato, alla memoria di Giuseppe Chiostergi, giovane garibaldino senigalliese sul fronte francese nel 1914,

Nel 2020 è stato prescelto all’unanimità dall’assemblea dei soci, presieduta da Raniero Serrani, il dr. Andrea Ansuini – nipote cugino dell’attrice Virna Lisi, vissuto a Barbara nell’infanzia -, per aver eseguito, in qualità di primario di rianimazione nell’Ospedale di Senigallia, con pieno e riconosciuto merito, le sue mansioni, durante la prima drammatica fase dell’emergenza Covid-19, rappresentando degnamente il meritorio mondo della sanità. Nel corso della cerimonia, svoltasi presso la sede municipale, il sindaco Riccardo Pasqualini ha conferito il premio “Santa Barbara” allo stesso professionista nonché all’infermiera barbarese del reparto, Francesca Fiorani, inoltre a Fausto Rossini, dirigente della locale squadra di calcio protagonista della recente promozione in Eccellenza, e all’imprenditore Stefano Muzi, per meriti economici nel settore della produzione e lavorazione di materie plastiche.

In chiusura il presidente della Sezione garibaldina, Ettore Baldetti, ha ricordato che, esattamente 40 anni prima, si trovava a Laviano in Irpinia, per portare soccorso ai terremotati, un gruppo autosufficiente di una decina di volontari barbaresi guidato dal sindaco Fabio Brunetti, presente altresì in qualità di cuoco, coordinato da lui anche con il ruolo di corrispondente giornalistico, assistito nell’indispensabile settore sanitario da Vera Tenenti Mariani, funzionaria della ASL di Senigallia nonché dirigente UNITALSI, e animato soprattutto dall’alpinista e factotum Pierluigi Mastrucci, poi ritornato privatamente per diverse settimane con lo stesso scopo.   Quell’esperienza, seguita, in occasione del ventennale, dalla fugace costituzione di un gruppo comunale di Protezione Civile, sostenuta dallo stesso Mastrucci finché non fu bloccato da una fatale malattia, ha costituito il retroterra ideale dell’attuale iniziativa garibaldina nel piccolo comune di Barbara.

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: