“Per Senigallia una manovra finanziaria di responsabilità e innovazione”

“Per Senigallia una manovra finanziaria di responsabilità e innovazione”

E’ stata votata solo dalla maggioranza. Piena soddisfazione dei consiglieri comunali di Fratelli d’Italia, Lega, La Civica e Forza Italia che parlano di “rinascita seria e concreta della città”. Pesanti critiche, invece, all’opposizione che “ha dimostrato miopia politica”

SENIGALLIA – “Una manovra finanziaria di responsabilità, di innovazione e allo stesso tempo, che segna il primo reale cambiamento rispetto al passato e al modus operandi della precedente Amministrazione di centrosinistra. Un primo passo, che rende distante e distinta questa maggioranza di governo da chi ha, prima, male amministrato Senigallia”.

Con una nota firmata dai consiglieri di Fratelli d’Italia, Lega, La Civica e Forza Italia, la maggioranza di governo fa quadrato attorno al sindaco e alla Giunta e fa sapere che ieri è stata approvata “con convinzione una manovra di bilancio, che ha avuto – scrivono i consiglieri – il voto di chi ha sempre creduto e crede nella rinascita seria e concreta della nostra città”.

“I gruppi di minoranza e di opposizione – aggiungono i consiglieri – hanno dimostrato tutta la loro pochezza amministrativa ed istituzionale, tutto il loro livore personale e la loro rabbia politica, uscendo addirittura dall’aula per non partecipare al voto finale sulla manovra, pur avendo preso parte al dibattito generale e dopo aver presentato alcuni emendamenti, alla fine respinti a causa dei pareri negativi espressi dai revisori dei conti e dagli uffici perché non conformi alla normativa e all’unità logica del contenuto della manovra.

“Uno spettacolo politico indegno, che misura una opposizione, che ancora non ha elaborato il lutto della sconfitta. Patetici, inoltre, anche gli attacchi al presidente del Consiglio comunale, Massimo Bello, che hanno dimostrato come la minoranza tema l’autorità e l’autorevolezza di un presidente che, rispetto al precedente (Dario Romano) dimostra conoscenza della norma e rispetto delle prerogative del Consiglio”.

“La minoranza, guidata dal Pd, ha strumentalizzato – invece – tutti i passaggi di questa manovra, senza entrare nel merito della proposta di bilancio. Interventi squisitamente politici, a tratti confusi ed insipidi, a tratti vuoti di contenuto.

“Sebbene la minoranza avesse avuto tutto il tempo per studiare la documentazione, ha dimostrato in aula di non avere percezione alcuna dei numeri e degli obiettivi della manovra, semplicemente perché non l’aveva neppure letta.

“Un bilancio, che ha dovuto tenere conto della grave crisi economica nazionale e di cui nemmeno la nostra città è stata risparmiata. Abbiamo fatto un grande esercizio di flessibilità per rimodellare l’assetto del bilancio, che abbiamo ereditato”.

“Con questo bilancio abbiamo fissato un percorso secondo schemi nuovi, dotando Senigallia degli strumenti per reagire con slancio anche alla pandemia, investendo sulla scuola e sull’educazione, sulla sostenibilità, sulle infrastrutture e sulla capacità di risposta della stessa pubblica amministrazione al cittadino. In gioco c’è l’anima della nostra stessa comunità e questo ci ha imposto di cambiare modo di vedere le cose”, hanno aggiunto i consiglieri di Fratelli d’Italia, Lega, LA Civica e Forza Italia.

“L’Amministrazione Olivetti e questa maggioranza di governo hanno scelto di ripartire dalla qualità dei servizi pubblici, provando a immaginarne uno sviluppo in chiave locale – concludono i consiglieri di maggioranza – e scegliendo di riorganizzare, anzitutto, la struttura comunale per renderla più adatta a governare i cambiamenti. L’opposizione ha dimostrato miopia politica e, soprattutto, con comportamenti inconcludenti, ha fatto capire inequivocabilmente come la pantomima della loro posizione critica in Consiglio fosse inutile, mistificatoria e squisitamente partitica”.

 

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: