Senigalliese non rientra a casa, la moglie dà l’allarme: il corpo ritrovato su una scogliera

Senigalliese non rientra a casa, la moglie dà l’allarme: il corpo ritrovato su una scogliera

ANCONA – E’ stato ritrovato, nella tarda mattinata di oggi, dall’elicottero dei Vigili del fuoco del reparto volo di Pescara, il corpo di un senigalliese di 43 anni che, ieri sera, non era tornato a casa.

A dare l’allarme la moglie. Subito sono partite le ricerche concentrate, in modo particolare, nella zona di Pietralacroce dove è stato captato il segnale Gps del telefono dell’uomo.

Alle ricerche hanno preso parte diverse squadre dei Vigili del fuoco, sia via terra, con specialisti S.A.F. (Speleo Alpino Fluviale) e T.A.S. (Topografia applicata al Soccorso), che via mare, con il nucleo sommozzatori e la squadra portuale dei Vigili del fuoco.

Hanno inoltre collaborato gli agenti della Polizia, il personale della Capitaneria di Porto di Ancona, i volontari del Soccorso alpino e speleologico e quelli della Protezione civile.

Dopo aver individuato il corpo dell’uomo in fondo alla scogliera del Passetto, questa mattina il personale del CNSAS si è calato dalla rupe e lo ha recuperato.

Il corpo senza vita del quarantatreenne senigalliese è stato quindi portato sulla spiaggia e, subito dopo, con un’imbarcazione dei Vigili del fuoco, condotto nel porto di Ancona dove è stato messo a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Accertamenti sono in corso sulle cause della morte e sulle motivazioni per le quali il quarantatreenne senigalliese, sposato e padre di una bimba, lunedì sera, dopo il lavoro, non è tornato a casa.

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: