Il senigalliese che ha ucciso il figlio: “Ho i video delle aggressioni subite”

Il senigalliese che ha ucciso il figlio: “Ho i video delle aggressioni subite”

Loris Pasquini lo ha detto al suo avvocato nel corso di un colloquio in carcere

SENIGALLIA – “Ho tanti video che riprendono le aggressioni che ho subito da mio figlio”.

E’ quanto ha detto Loris Pasquini, il settantaduenne ex ferroviere che, il 29 marzo ha ucciso, nella sua casa di Roncitelli, il figlio Alfredo.

La rivelazione della presenza dei video è stata fatta, durante un colloquio in carcere con il suo legale, l’avvocato senigalliese Roberto Regni.

Il difensore di Loris Pasquini ha subito informato la Procura anconetana per consentire l’acquisizione e la visione dei video, presenti in un file archiviato in un computer che si trova ancora nell’abitazione di Roncitelli.

Loris Pasquini era stato arrestato il 29 marzo, subito dopo aver ucciso, con un colpo di pistola, il figlio al termine dell’ennesimo litigio.

 

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: