Positive esperienze alla Caritas per i manager di Fiorini Packaging

Positive esperienze alla Caritas per i manager di Fiorini Packaging

SENIGALLIA – Potremmo chiamarlo “Manager a scuola in Caritas”. Tutti conoscono Caritas per i suoi servizi di assistenza (pasti, alloggi, vestiario), ma, forse, pochi sanno che oltre a questo Caritas ha veri e propri progetti di impresa, volti all’inclusione e a creare opportunità e obiettivi per chi è in difficoltà.

Da qui è nato il progetto tra Caritas Senigallia e Fiorini Packaging, che per una giornata hanno voluto mescolare competenze e capacità. Non una semplice giornata di volontariato, ma la possibilità per i manager di Fiorini di mettersi alla prova in contesti e situazioni diversi dall’ordinario e, forse, più complessi di quelli aziendali. Perché tra le caratteristiche base di un manager c’è sicuramente quella di essere in grado di gestire cambi repentini di situazione ed essere persona tra persone. Un’occasione per tutti per capire e dare alle cose, alle relazioni e al lavoro un senso più vero e profondo.

I manager di Fiorini non hanno solo ascoltato le storie di chi ha dovuto e deve tuttora affrontare sfide che riguardano il binomio vita-morte (gravi problemi personali, guerre, immigrazione, violenza…), ma hanno lavorato concretamente come falegnami, cuochi, contadini, hanno pulito, hanno accolto, hanno aggiustato. Sempre a contatto con operatori, volontari e ragazzi, a cui si sta cercando di regalare un’alternativa e un lavoro. Si sono resi inoltre disponibili a un confronto per potenziare, se necessario, e puramente in termini impresa, i metodi di gestione aziendale nelle numerose attività di impresa di Caritas: Rikrea, il magazzino solidale dove puoi donare, acquistare o chiedere – se hai necessità – oggetti, mobili, giochi, vestiario; l’Orto della Solidarietà, dove puoi comprare frutta e verdura fresca; i Falegnami della Solidarietà dove puoi offrire il tuo tempo o pagare un lavoro di restauro.

Un vero e proprio scambio che ha creato un primo mattone per una nuova attività di Caritas Senigallia e ha lasciato le porte aperte al dialogo tra impresa e associazioni benefiche. Un cambio di paradigma importante, dove non si parla più di donatore e ricevente, ma dove si integrano e contaminano, portando valore reciproco, due entità apparentemente lontane.

“Per Caritas” spiega Giovanni Bomprezzi, Direttore di Fondazione Caritas Senigallia Onlus “è un privilegio essere parte di una rete che vede coinvolti soggetti diversi del nostro territorio, tra cui importanti aziende private. L’esperienza è stata occasione di crescita reciproca, che speriamo possa ripetersi”. “Un’esperienza importante” racconta Giovanni Fiorini, Presidente & CEO Fiorini “che ci ha permesso di focalizzare le tante realtà del territorio, che ci ha arricchito come persone e che ci ha consentito di metterci realmente in gioco, conoscendo meglio noi stessi: limiti e potenzialità”.

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: