Al Crocifisso della Valle la prima tappa dell’iniziativa alla scoperta del verde urbano di Senigallia

Al Crocifisso della Valle la prima tappa dell’iniziativa alla scoperta del verde urbano di Senigallia

SENIGALLIA – Si è svolta la prima uscita dell’iniziativa del Gruppo Società e Ambiente (G.S.A.) dal titolo ‘Senigallia ed il suo ambiente: itinerari alla scoperta del verde urbano’. Questa iniziativa ha lo scopo di far conoscere meglio ai cittadini ed agli amanti del verde, la storia, le curiosità e gli elementi principali del verde cittadino, quindi giardini, parchi, viali, alberature e territori naturali per cercare di valorizzarli e conseguentemente preservarli e difenderli.

Come prima tappa di questo ciclo di itinerari, è stata scelta la vallecola del Crocifisso della Valle, un luogo di grande interesse storico, culturale e naturalistico che ha raccolto più di 40 partecipanti. Partendo dal Viale dei Gerani e percorrendo il meraviglioso Viale dei Pini, sono state raggiunte la Chiesetta del Crocifisso della Valle e la fonte d’acqua, per poi proseguire per la Strada della fonte Mandriola fino a raggiungere un punto panoramico da cui ammirare un panorama suggestivo.

L’itinerario ha permesso di sfuggire, in pochi passi, dal mondo caotico della città portando ad una vera e propria immersione nella natura, potendo ammirare la valle con la sua peculiare fauna e flora come querce, olmi, pini maestosi e oliveti plurisecolari. Si sono potute ammirare però, anche specie di piante alloctone come il noce americano e lo ‘spino di Giuda’ (Gleditsia triacanthos).

Una volta raggiunta la Chiesetta, ne è stata raccontata l’antica storia che ha portato al ritrovamento del Crocifisso, custodito all’interno della struttura, ancora oggi venerato dagli abitanti ed al quale è dedicata una festa ogni anno nel mese di maggio. Proprio di fronte alla Chiesetta si trova un grazioso parco che fiancheggia la fonte d’acqua potabile, protagonista di antiche storie popolari di avvenimenti miracolosi, ma abbandonata con il tempo per il progredire delle tecnologie idriche. La fonte è tornata alla luce nel 1994 grazie alla riscoperta ed al recupero da parte del Gruppo Società e Ambiente, con il prezioso aiuto dei soci, volontari, cittadini e dell’Amministrazione che ha permesso una riqualificazione del relativo fosso.

In base a ciò che è stato osservato, non si può negare la necessità di ulteriore attenzione nei confronti della fonte che, purtroppo, risulta attualmente trascurata negli interventi di mantenimento.

Proseguendo per la Strada della fonte Mandriola, si è potuto ammirare dall’alto il panorama del territorio senigalliese con il suo meraviglioso mare, per poi procedere lungo la via del ritorno, attraversando i Giardini dei Caduti di Nassiriya.

L’itinerario è stato ricco di spunti interessanti sia dal punto di vista ambientale che culturale, con stimolanti scambi di opinioni, dibattiti e curiosità, respirando un’atmosfera di amicizia tra le persone ed amore per la natura: sentimenti che, oggi più che mai, vanno tutelati.

Il Gruppo Società e Ambiente invita tutti i cittadini ed amanti del territorio a partecipare alle prossime tappe dell’iniziativa, previste con cadenza mensile.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: