Marche, le città del divertimento e della cultura

Marche, le città del divertimento e della cultura

SENIGALLIA – L’Italia abbonda di località turistiche e anche le regioni meno popolari tra i media celano sorprese e meraviglie che meriterebbero evidentemente più attenzione. Le Marche, ad esempio, si rivelano una fantastica meta estiva soprattutto per i più giovani, tra movida notturna, eventi e sport da praticare in spiaggia. Una zona dalle molteplici sfaccettature, circondata dalla natura e dalla cultura, ma dove può trovare spazio anche il divertimento. Senigallia è probabilmente la città più consigliata sotto questo punto di vista, in quanto il lungomare è continuamente animato da feste negli chalet e concerti. Sono Porto San Giorgio e Civitanova Marche, però, a distinguersi per le discoteche. Anche a San Benedetto del Tronto l’intrattenimento non manca.

Il centro storico di Senigallia è un coacervo di negozi e locali all’antica, aperti anche dopo cena. Alla rotonda sul mare vengono programmati spettacoli ogni sera: come non citare il celebre Summer Jumboree, simbolo assoluto del folklore locale? Si tratta di un vero e proprio festival, dalla durata di una settimana, che da tempo riscuote anche interesse internazionale. Ad essere popolate sono pure le fiere campionarie: un dettaglio non da poco in un luogo già pieno zeppo di ristoranti e attività balneari. A San Benedetto del Tronto la strada più frequentata rimane però quella del viale Secondo Moretti, conosciuta anche come “il corso”: la destinazione ideale per gli amanti dello shopping.

Non è un caso se da circa 30 Senigallia viene ricercata prevalentemente dai lupi di mare. Il riconoscimento della Bandiera Blu viene confermato anno dopo anno anche in virtù della cosiddetta “spiaggia di velluto”, per la sabbia dorata e le acque limpide. Se si parla di bellezze storiche, invece, sono la Rocca Roveresca, Piazza del Duca, il Foro Annonario e la cattedrale di San Pietro Apostolo ad incontrare l’apprezzamento dei visitatori. La Torre dei Gualtieri, la chiesa di San Benedetto Martire, la cattedrale di Santa Maria della Marina e La Retara non sono da meno a San Benedetto del Tronto, che però non gode di mostre o manifestazioni prettamente caratteristiche.

Anche le province di Ancona, Pesaro e Urbino, comunque, vengono puntualmente prese d’assalto da chi si reca nelle Marche in Vacanza. Inutile negarlo: sono soprattutto le spiagge a incuriosire e attirare gli avventori. I prezzi potrebbero sembrare esorbitanti, ma la qualità del servizio ha ben poco da invidiare alle coste del Sud Italia. Anche per questo motivo le Marche vengono viste ancora oggi come una regione piena di potenzialità inespresse, pronta a rivoluzionare il turismo del Belpaese nel prossimo futuro.

Sport, shopping, ballo: le attività ricreative abbondano, ma Senigallia vanta in particolare alcuni punti di ritrovo strategici per gli amanti delle attrazioni da sala americane: i casinò, che a quanto pare registrano un certo seguito anche d’estate. In un’epoca in cui persino i giochi di carte vengono praticati in rete attraverso casinò online con un croupier che opera dal vivo, i locali veri e propri tendono spesso a chiudere i battenti, ma nelle Marche non sembra esserci una crisi del settore. Insomma, tra divertimento e cultura, da queste parti ce n’è per tutti i gusti…

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: