Barbara torna protagonista nel ciclocross con il Memorial Americo Severini

Barbara torna protagonista nel ciclocross con il Memorial Americo Severini

BARBARA – Domenica 27 novembre, Barbara si tradurrà in crocevia del ciclopratismo-spettacolo, quale tappa del 10°Adriatico Cross Tour e prova del 34° Master Ciclocross Uisp.

I funamboli di ogni età circuiteranno in formula open sull’anello tecnico (2.500 metri in severo saliscendi punteggiato di ostacoli naturali ed artificali) del 2° Memorial Americo Severini, il mitico ‘Barbarino’ pluritricolore e plurimedagliato mondiale professionisti a cavallo degli Anni ’50-’60, precoce e longevo ‘innamorato della bici’, scomparso quasi 89enne (classe 1931) nell’aprile del 2020.

Prima bandierina abbassata alle 10, nel verde dei giardini pubblici a ridosso delle mura castellane occidentali, in contrada Coste.

Il classico ‘Barbara Cross’ porterà la firma della locale Società Energia e dell’ostrense Gruppo Sportivo Pianello – Diego Schiaroli (in cabina di regia: Giorgio Boria, Franco Saturni, Maurizio Minucci).

Torneranno a fondersi storia e leggenda nel collinare ‘tempio della ruota infangata’ marchigiana e nazionale, che si affacciarono sul palcoscenico mondiale e salirono per la prima volta sul podio iridato grazie proprio a “Micco” Severini, la cui aneddotica è degna del personaggio (anche insignito, diventato ‘maestro di vita’ esemplare, del Premio ‘Ruote e Cultura’).

Legato a Coppi e Bartali, il ciclistico ‘genio barbaro’ è tutto nel libro “Americo Severini, campione di ciclocross – L’amore infinito per la bici”, griffato da Giordano Cioli e Mirella Meloni.

Albo d’oro della manifestazione (nota anche come ‘Ciclocross del Presepe Vivente’, disputandosi nell’omonima area) è scontatamente eccellente.

L’anno scorso, nella corsa-clou, vittoria del plurititolato élite (già azzurro) Pietro Pavoni.

Il settempedano biancoceleste del Team Co.Bo. Pavoni – S. Severino Marche ha preceduto tra gli open il primo under 23, Gabriele Torcianti (senigalliese del giallonero Bici Adventure Team – Gagliole) e Matteo Gambuti (Calzaturieri Montegranaro).

D’oro anche il neo-junior umbro Samuele Scappini, destinato di lì a poco al Tricolore, alla Nazionale ed ai successi internazionali.

Team leader: Cingolani. A premiarli: il sindaco Riccardo Pasqualini, in piazza Cavour nel Monumento ai Caduti.

L’evento (componente identitaria cittadina) dell’edizione 2022 acquisisce il forte significato della reazione e del rilancio, a poco più di due mesi dall’alluvione di settembre, che ha colpito le valli del Misa e Nevola.

Nelle foto (di Angelo Papi): l’élite settempedano Pietro Pavoni; l’under senigalliese Gabriele Torcianti; il Team Cingolani di Pianello di Ostra

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: