Da giovedì a Senigallia il Festival Organistico internazionale

Da giovedì a Senigallia il Festival Organistico internazionale

SENIGALLIA – Erano tutti presenti alla conferenza stampa di presentazione i rappresentanti istituzionali ed artistici coinvolti nel Festival organistico internazionale ‘Città di Senigallia’, che prenderà il via, per la sua XX edizione, giovedì 15 luglio prossimo nella Chiesa del Portone.

E’ stato il sindaco di Senigallia, Massimo Olivetti, a sottolineare la preziosità dell’occasione: “Non ci sono altri eventi che riescano a mettere insieme così tanti comuni. Una bellissima proposta che si rivolge a tante persone ha un enorme valore e per Senigallia è una grande ricchezza che ci permette di allargare la nostra proposta musicale e culturale”.

L’edizione numero 20 ha visto un particolare impegno della Fondazione “Dott. Leopoldo Uccellini Cavaliere di Gran Croce”. Ed è stato il figlio del Cavaliere, Lorenzo Uccellini, presidente della Fondazione, a manifestare la soddisfazione: “Siamo testimoni di un percorso incredibile del Festival, nato grazie ad una donazione di mio padre che ha consentito di costruire l’organo Pinchi della Chiesa del Portone. In questi venti anni è stato un continuo crescendo e spero che questo ventennale sia contemporaneamente un traguardo ed un inizio di nuove collaborazioni e progetti culturali. La Regione ha voluto donarci il suo patrocinio, mi auguro che ciò ci permetterà di allargare i confini”.

Don Giuseppe Bartera, parroco di Corinaldo, era alla guida del Portone quando il Festival nasceva: “Non pensavo che potevamo arrivare a venti anni di storia e se oggi siamo qui è perché si è puntato in alto: la qualità e la passione non sono mai mancate”.

Anima artistica e motore instancabile del Festival è da sempre il M° Federica Iannella: “Venti anni sono tanti, ma sono volati. Ed è tanto bello continuare in questo nostro compito, far vivere gli organi, il loro soffio. Sono macchine meravigliose che necessitano di interpreti, di artisti che li fanno respirare. Ciò ci permette al contempo di valorizzare beni culturali di inestimabile valore e di poter ascoltare una straordinaria letteratura musicale che si adatta, quasi su misura, ad ognuno di essi”.

La parola è poi passata agli amministratori dei Comuni in cui farà tappa il Festival. Erano presenti Matteo Principi e Giorgia Fabri, rispettivamente sindaco e assessora alla Cultura di Corinaldo; Letizia Perticaroli, sindaca di Serra de’ Conti; Lorenzo Quajani, consigliere comunale di Arcevia; Liana Baci, assessora alla cultura di Trecastelli; Francesco Favi, assessore alla cultura di Chiaravalle, con don Francesco Savini, parroco chiaravallese, a sottolineare l’importanza del concerto che inaugura l’organo della splendida abbazia cistercense dopo consistenti lavori di restauro; Sara Ubertini, sindaco di Belvedere Ostrense. Con sfumature diverse, hanno evidenziato la straordinarietà di un progetto che avvicina così tanti luoghi, grazie alla musica.

L’inizio del festival è di quelli spericolati: giovedì 15 luglio 2021 “Acid Bach”, questo il concerto di apertura alle 21.15, nella Chiesa di S. Maria della Neve (Portone) di Senigallia e con la contemporanea diretta sul grande schermo presso l’arena cinematografica ‘Gabbiano’, di via Maierini.

L’evento – in memoria del dott. Leopoldo Uccellini – sarà sorprendente: la musica di Bach, interpretata dal geniale organista trentino Simone Vebber, incontrerà le contaminazioni tecnologiche di Davide Panizza, compositore ed arrangiatore fondatore di POPX, un vero e proprio genio della sperimentazione elettronica. La serata sarà condotta da Edoardo Camurri, scrittore, giornalista, conduttore televisivo e radiofonico, conosciuto anche al grande pubblico grazie alle sue conduzioni radio televisive RAI.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: